Articoli HPStoria

Ascensore Mole Antonelliana: la vista panoramica su Torino

530
Tempo di lettura: 4 minuti

Come ammirare tutta la città di Torino in un sol colpo d’occhio? Semplice, basta un ascensore.

E non un qualunque, ma l’ascensore panoramico della Mole Antonelliana, simbolo indiscusso del capoluogo piemontese. In meno di un minuto, infatti, è possibile raggiungere la vetta del capolavoro antonelliano e godersi un panorama spettacolare. Ecco le info, i costi e giorni di apertura.

Ascensore che sale verso la cupola della Gran Madre
Interno Mole Antonelliana

In cima alla Mole Antonelliana

La Mole Antonelliana, come ben sappiamo, è l’edificio simbolo della città di Torino. Progettata attorno al 1863 dall’architetto Alessandro Antonelli – da cui prende il nome –, perse la sua iniziale vocazione di Sinagoga per diventare una delle costruzioni più avveniristiche d’Europa.

Con i suoi 167,5 metri di altezza, infatti, era all’epoca della sua inaugurazione l’edificio in muratura più alto di tutto il territorio europeo.

Per molto tempo, però, a godere della vista sulla città dalla sua imponente altezza furono solamente gli addetti ai lavori. I torinesi erano già estasiati dalla sua grandezza guardandola dal basso, ma non potevano mai immaginare cosa si sarebbe ammirato dall’alto.

Antonelli sì che ne era consapevole: non vide mai la sua creatura terminata, ma fino alla fine dei suoi giorni (alla veneranda età di 90 anni) si fece trasportare con una carrucola fino in cima per controllare l’avanzamento dei lavori.

L’idea di costruire un ascensore che portasse al punto più alto della Mole arrivò solamente nel 1961, in occasione del centenario dell’Unità d’Italia.

Era comunque possibile (e lo è tuttora) raggiungere la cima a piedi, attraverso una serie di scale e intercapedini sempre più stretti che portano fin sotto la cupola.

Mole Antonellina vista dal basso all'alto
Mole Antonellina vista dal basso all’alto

L’ascensore panoramico di Torino

Il primo ascensore della Mole Antonelliana fu installato nel 1964: permetteva finalmente di raggiungere la vetta dell’edificio, o meglio il “Tempietto” della cupola, rapidamente e comodamente.

La “stazione” di arrivo dell’ascensore è la terrazza colonnata posta a 85 metri di altezza che fa da base alla punta vera e propria della Mole. Si tratta di uno dei punti panoramici più alti d’Europa: da qui è possibile godere di una delle viste più belle in assoluto sulla città.

Si può infatti, ammirare Torino, la collina e l’arco alpino a 360° seguendo tutto il perimetro del tempietto.

Se il primo ascensore della Mole Antonelliana venne costruito negli anni ’60, nel 1987 (dopo una serie di ristrutturazioni) avvenne la costruzione di un secondo impianto di salita. Quest’ultimo rimase attivo per una decina d’anni, fino al momento in cui la Mole divenne ufficialmente sede museale. Alla fine degli anni Novanta, infatti, ospitò il Museo Nazionale del Cinema e l’ascensore della Mole Antonelliana divenne parte integrante del restyling dell’edificio.

Nel 2000 il Gruppo Torinese Trasporti subentrò nella gestione dell’impianto che si dotò di pareti laterali di cristallo, totalmente trasparenti, per permettere ai visitatori di ammirare l’Aula del Tempio del museo anche dall’alto.

Quattro funi d’acciaio garantiscono la salita e la discesa del box panoramico senza oscillazioni: in meno di 1 minuto (alla velocità di 5,4 km/h) si raggiunge il celebre Tempietto a 85 metri di altezza.

Torino vista dalla cupola della Mole Antonelliana
Torino vista dalla cupola della Mole Antonelliana

Cosa si vede dall’altp: salita con l’ascensore della Mole Antonelliana

Dal Tempietto della Mole Antonelliana la vista sulla città di Torino è davvero imperdibile. Se si è fortunati con il meteo è possibile osservare nitidamente la caratteristica trama urbana torinese. La pianta a scacchiera di origine romana che raccoglie i palazzi in tanti piccoli isolati, la collina che abbraccia timidamente la città e l’arco Alpino che la protegge. Tre elementi che insieme formano un panorama unico e meraviglioso.

Dal Tempietto della Mole si può scorgere il Monte dei Cappuccini, la Basilica di Superga – che ci guarda dal suo colle – e la Gran Madre.

E poi la sede universitaria di Palazzo Nuovo, un tratto di via Po e piazza Vittorio Veneto.

Dall’altra parte si riconosce perfettamente piazza Castello con i due torrioni di palazzo Madama e la Torre Littoria e, alle sue spalle poco distante, il grattacielo Sanpaolo.

Da un altro angolo si può apprezzare la vista del Duomo di Torino con annessa la cupola della Cappella della Sindone. E ancora il tetto verde dei Giardini Reali e quelli bianchi della struttura del Campus Einaudi.

Non solo strade, piazze e monumenti. La particolarità del panorama visto dalla Mole è data dalla vegetazione e dai monti che abbracciano la città. Dolcemente innevati d’inverno, e splendenti d’estate.

Non a caso Torino vanta il primato della città più verde d’Italia e salendo con l’ascensore della Mole Antonelliana lo si può facilmente constatare.

Con il cielo terso si può riconoscere persino la cima del Monviso, con la caratteristica cima piramidale, che è anche la più alta dell’arco alpino visibile.

Insomma, la città di Torino sa regalare, da ogni lato la si guardi, un’emozione unica.

La possibilità di salire sulla Mole è un’esperienza da vivere, certamente per i turisti, ma anche per tutti i torinesi che vogliono ammirare la propria città con occhi diversi.

Interno del Museo cinema dentro la Mole Antonelliana visto dall'ascensore
Interno del Museo del Cinema visto dall’alto dell’ascensore

Biglietto Ascensore Mole Antonelliana

L’ascensore panoramico all’interno della Mole Antonelliana permette di salire ad un’altezza di 85 metri, in un‘unica corsa e senza piani intermedi, partendo da una quota di 10 metri.

Il servizio è accessibile anche alle persone con disabilità, che possono salire gratuitamente. Il servizio è gratuito anche per gli accompagnatori delle persone con disabilità non autosufficienti.

Attualmente, per rispettare le norme anti-contagio, per ogni corsa possono salire 5 persone alla volta. Sul pavimento degli appositi adesivi indicano ai visitatori come posizionarsi in modo da rivolgere lo sguardo verso la vetrata.

Vi è poi l’obbligo di indossare la mascherina per tutta la corsa e di mantenere la distanza di sicurezza durante l’attesa in coda per salire sull’ascensore.

Dal 6 agosto 2021 l’accesso all’Ascensore Panoramico della Mole Antonelliana è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di “Green Pass“. Ai visitatori è richiesta, inoltre, la compilazione di un’autodichiarazione Covid-19 (pdf).

La prenotazione è caldamente consigliata, in particolar modo per weekend e festivi preacquistando il biglietto online.

Per utilizzare l’ascensore panoramico di Torino bisogna entrare all’interno della Mole Antonelliana (da via Montebello 20) e seguire le indicazioni per l’accesso all’ascensore. Altrimenti, è possibile visitare il Museo Nazionale del Cinema e salire al tempietto in un secondo momento.

Biglietti Ascensore Panoramico

  • Intero: 8 €
  • Ridotto (giovani dai 6 ai 26 anni, titolari di Torino+Piemonte Card): 6 €
  • Gratuito per bambini fino a 6 anni non compiuti (accompagnati da un adulto), un accompagnatore per gruppo, possessori di tessera di libera circolazione della Regione Piemonte (portatori di disabilità), tesserati ICOM, Coupon Servizi Turistici GTT, Giornalisti accreditati, Guide Turistiche
  • Biglietto scuole (Museo+ Ascensore): 9 € con prenotazione obbligatoria

Acquista il biglietto online

Biglietti accumulativi

  • Intero Museo+Ascensore: 15 €
  • Ridotto Museo+Ascensore 6-26 anni: 12 €

Acquista il biglietto accumulativo online

Gli orari

Si può accedere all’Ascensore Panoramico di Torino (Mole Antonelliana) nei seguenti orari:

  • Lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì: ore 9 – 19 (ultimo ingresso ore 18)
  • Sabato, Domenica e festivi: ore 9 – 19 (ultimo ingresso ore 18)

Martedì chiuso.

Gli orari possono essere soggetti a variazioni (soprattutto durante il periodo estivo): consulta gli orari aggiornati sul sito www.gtt.to.it

530

Related Articles

530
Back to top button
Close
Close