Mole24 Logo Mole24
Home » Arte » Fontana dei Dodici Mesi, un’altra meraviglia di Torino

Fontana dei Dodici Mesi, un’altra meraviglia di Torino

Da Alessandro Maldera

Ottobre 14, 2015

Fontana 12 mesi con getti d'acqua

La Fontana dei 12 Mesi di Torino è uno dei simboli della città, situata all’interno del Parco del Valentino. Questo monumento storico è stato costruito nel 1898 in occasione dell’Esposizione Generale Italiana che si tenne a Torino in celebrazione del cinquantenario dello Statuto Albertino.

La costruzione

L’opera è stata progettata dall’architetto Carlo Ceppi, lo stesso che ha progettato la stazione di Porta Nuova.

Richiami Prodotti Italia App

Ed è  composta da una grande vasca inclinata ovale, in cui precipita una spumeggiante cascata. La vasca è sovrastata da una terrazza, anch’essa ellittica, su cui poggiano quattro gruppi di statue maggiori che rappresentano i 4 fiumi che bagnano Torino. La Stura, il Po, la Dora e il Sangone. La terrazza è inoltre arricchita da statue allegoriche dei dodici mesi.

La fontana è un misto tra lo stile liberty ed il rococò, ed è un’espressione di un linguaggio sospeso fra nostalgie rocaille e spunti liberty.

La leggenda della Fontana dei 12 Mesi di Torino

Si narra infatti che la fontana sorga nel luogo in cui Fetonte, figlio del Dio del Sole, sia caduto dopo essersi impadronito del carro del padre e aver fatto imbizzarrire i cavalli. Fetonte cadde proprio nel fiume Po dove secoli dopo i romani fondarono la città di Augusta Taurinorum.

I quattro gruppi statuari

La Fontana  è composta da quattro gruppi statuari che rappresentano i fiumi che bagnano Torino.

  • Stura con i tre nudi femminili che scherzano intorno a una ruota di mulino con reti da pesca sullo zoccolo.
  • Po gigantesca figura barbuta.
  • Dora raffigurata da una pastorella con la cuffia ornata di margherite e che con la mano destra disseta un ariete, mentre un giovinetto suona la zampogna
  • Sangone, rappresentato dal genio del fiume, che sorride spiando una coppia di amanti, mentre si abbeverano alle sue acque.

Le statue allegoriche

La terrazza  è arricchita da statue allegoriche dei dodici mesi dell’anno. Questi mesi sono rappresentati da statue di giovani donne che indossano abiti e oggetti che richiamano la stagione corrispondente. Ad esempio, la figura del mese di gennaio indossa un cappotto di pelliccia, mentre la figura del mese di agosto indossa un abito leggero e tiene in mano un ventaglio.

La ristrutturazione

La Fontana dei 12 Mesi di Torino è stata sottoposta ad un importante intervento di ristrutturazione nel 2019, dopo 5 anni di lavori. Questo intervento è stato effettuato dagli edifici per la cultura della Città in collaborazione con la Soprintendenza. La fontana è stata finalmente riaccesa dopo il restauro, e ora brilla di nuovo con la sua bellezza.

La fontana dei Dodici Mesi, un'altra meraviglia di Torino
La fontana dei Dodici Mesi, un’altra meraviglia di Torino

La posizione della fontana dei dodici mesi

L’opera di Carlo Ceppi è all’interno del Parco del Valentino, a sud del Borgo Medievale, a pochi metri dal Po e dunque dentro i confini del Parco Fluviale del Po Torinese.

Curiosità sulla Fontana dei 12 Mesi di Torino

La Fontana dei 12 Mesi di Torino è stata utilizzata come sfondo per numerose scene di film e serie televisive. Ad esempio, è apparsa nel film “La meglio gioventù” di Marco Tullio Giordana e nella serie televisiva “I delitti del BarLume

Luca Margaglione

Articolo aggiornato il 16/7/2023

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende