Territorio

Parco delle Vallere: la grande area verde tra Torino e Moncalieri

Tempo di lettura: 3 minuti

Il Parco delle Vallere è un’incantevole oasi naturale situata tra i comuni di Moncalieri e Torino. Un’area protetta, nota anche come Riserva Naturale Le Vallere, si estende per circa 130 ettari lungo il punto di confluenza del torrente Sangone nel fiume Po. E’ uno dei principali parchi della città, un luogo di grande importanza per la fauna e la flora locali, nonché per la comunità circostante.

Storia e origini

Il nome “Le Vallere” deriva dai terrapieni costruiti nel 1541 durante la prima occupazione francese del Piemonte. Questa zona è citata per la prima volta come “Les Valleres” in una carta del Seicento. Inoltre è stata teatro di importanti eventi storici, come gli scontri tra le truppe francesi e quelle piemontesi durante l’assedio di Torino nel 1706. Antiche mappe mostrano la posizione dei terreni agricoli e della cascina, costruita alla fine del Settecento. Un edificio che ancora oggi si trova a poche decine di metri dall’ingresso stradale del parco Le Vallere.

Area Protetta

Inizialmente destinata al pascolo, l’area verde è stata successivamente convertita ad uso pubblico. Grazie a una serie di interventi atti a preservarne le caratteristiche naturali originali, creando radure e boschetti. Durante gli anni ’50 e ’60, l’area è stata parzialmente salvata dalla cementificazione che ha portato alla costruzione del Corso Trieste e di un quartiere residenziale ad ovest. Nel 1990, la Regione Piemonte ha acquisito l’area, destinandola a diventare la sede del nuovo Ente di Gestione del Parco Fluviale del Po Torinese

Un Paesaggio Unico

Il Parco Le Vallere si estende su una superficie di circa 130 ettari tra Torino e Moncalieri. La morfologia è prevalentemente pianeggiante, interrotta solo da piccole scarpate in prossimità del fiume Po. Questa forma deriva dalla posizione geografica del parco, situato vicino al punto di confluenza tra il torrente Sangone e, appunto, il corso d’acqua più lungo d’Italia. Nel corso dei secoli, questo punto ha subito variazioni che hanno contribuito alla formazione di questa caratteristica pianura. L’area è stata plasmata dalla combinazione dell’apporto di sedimenti dei due corsi d’acqua e dall‘azione erosiva degli stessi.

L’area verde ospita una ricca varietà di flora e fauna: si trovano specie arboree autoctone come carpini, aceri, tigli, pioppi e salici. Insomma, piante tipiche della vegetazione di ripa. Lungo il confine orientale del parco, un doppio filare di pioppi cipressini crea una barriera visiva e sonora. Insomma, una sorta di recinzione che separa l’area delle Vallere dall’ambiente urbano e dai rumori circostante.

Attrazioni e Attività

Il Parco Le Vallere offre una vasta gamma di attrazioni e attività per soddisfare i visitatori di tutte le età e interessi. Una delle principali attrazioni del parco è la grande cascina settecentesca, che costituisce un bell’esempio di architettura contadina di antica origine. L’edificio che faceva parte di una vasta e fertile area agricola, ospita attualmente il Centro di Documentazione delle Aree Protette. Così, fornendo un’opportunità unica per imparare di più sulla flora e la fauna del parco.

Per i più piccoli, c’è un’area giochi appositamente progettata, dove i bambini possono divertirsi in totale sicurezza. Inoltre, ci sono due recinti dedicati ai cani, dove possono correre liberamente e socializzare con altri amici pelosi. Punti di sosta nel verde offrono l’opportunità di fare una pausa, mentre un giardino botanico-fenologico permette di ammirare una vasta varietà di piante autoctone. Per gli amanti delle attività all’aperto, sono presenti diversi percorsi ciclabili e a cavallo, che consentono di esplorare l’area circostante in modo eco-friendly. Inoltre, un attracco idoneo per i futuri battelli di linea sul Po, permettendo di esplorare la zona da una prospettiva unica.

Alluvione del 2016

Nel novembre 2016, il Parco Le Vallere è stato colpito da una grave alluvione. Un evento metereologico che ha causato l’aumento del livello del fiume Po e la sommersione dell’intero parco. Questo evento ha evidenziato l’importanza di preservare le aree naturali e gli ecosistemi fluviali, sottolineando la necessità di una gestione sostenibile delle risorse idriche.

Come Accedere al Parco

Il Parco Le Vallere è facilmente accessibile attraverso diverse modalità di trasporto:

  • A piedi, è possibile raggiungerlo attraverso la pista ciclabile del lungo Po, percorrendo il ponte Sangone.
  • Coi mezzi pubblici si può prendere il pullman numero 67 o il numero 18 e poi percorrere un breve tratto a piedi.
  • Con la propria vettura è possibile parcheggiare nelle vicinanze e accedere al parco comodamente.

Progetto Hortocampus

Un progetto affascinante nel Parco Le Vallere è l’Hortocampus, lanciato nel 2006. Quest’ultimo mira a ricostruire l’ambiente agricolo originario, integrando aree coltivate biologicamente e percorsi ciclabili e percorribili da cavalli. L’obiettivo è creare un habitat favorevole alla piccola fauna locale e promuovere un turismo sostenibile che consenta ai visitatori di immergersi nella natura.

Golf Club Moncalieri

A breve distanza dal Parco Le Vallere si trova il Golf Club Moncalieri, un luogo ideale per gli amanti del di questo sport. Situato ai piedi del Castello di Moncalieri, il club offre un campo di 18 buche immerso in un paesaggio suggestivo. Inaugurato nel 2002, il circolo sportivo si estende su 23 ettari e offre un’esperienza unica per gli appassionati di golf.

Grinto, il Campeggio delle Vallere

Il Grinto è il primo campeggio ecosostenibile di Torino, all’interno dell’area verde. Grazie a questa struttura, è possibile immergersi completamente nella natura e godere di un’esperienza di campeggio unica. L’area offre servizi eco-friendly e promuove uno stile di vita sostenibile, offrendo l’opportunità di trascorrere del tempo all’aperto in armonia con l’ambiente circostante.

Tag

Related Articles

Back to top button
Close