Mole24 Logo Mole24
Home » Territorio » Le opere d’arte nascoste nella Chiesa di San Lorenzo a Torino

Le opere d’arte nascoste nella Chiesa di San Lorenzo a Torino

Da Alessandro Maldera

Ottobre 19, 2023

La Real Chiesa di San Lorenzo a Torino è un edificio religioso che non passa inosservato. La sua imponente cupola domina la Piazza Castello e la sua architettura barocca è stata realizzata da Guarino Guarini nel XVII secolo. Ma ciò che rende questa chiesa ancora più incredibile sono le sue opere d’arte nascoste, visibili solo in determinati giorni dell’anno e con precise condizioni meteorologiche.

La storia della Chiesa di San Lorenzo

L’edificio religioso voluto dai Savoia nel XVII secolo, sorge dove prima c’era una piccola cappella dedicata a Santa Maria ad Praesepem. La costruzione della chiesa venne affidata a Guarino Guarini nel 1634, che la portò a termine nei tempi previsti. Ma la facciata, comunque progettata, non vide mai la luce costruita per volere dei regnanti sabaudi. La chiesa è dedicata a San Lorenzo in onore della vittoria del Regno Sabaudo sui francesi nel 1557. Proprio il 10 agosto, giorno in cui si celebra la festa di San Lorenzo.

L’architettura

L’edificio è famoso per la sua imponente cupola, nel centro storico, e che spicca nello skyline della città di Torino. La cupola è sostenuta da colonne delle serliane ed è attraversata da un sistema di nervature che formano una stella a otto punte. Al centro della cupola si trova un ottagono regolare, mentre otto finestroni ellittici illuminano l’ambiente interno. La facciata, come già accennato, non fu mai costruita, ma la chiesa è comunque uno dei capolavori architettonici di Guarini.

Le opere d’arte nascoste

L’edificio è famosa per le sue opere d’arte nascoste, che sono visibili solo in determinati giorni dell’anno e con precise condizioni meteorologiche. Queste opere d’arte si trovano all’interno delle cappelle radiali della chiesa, che sono sei in totale.

  • Ogni cappella ha al centro una stella a sei punte, e al centro di ogni stella si trova un oculo.
  • Gli oblò delle cappelle sono stati progettati per rimanere al buio, ma due volte all’anno, in occasione dell’Equinozio di Primavera e d’Autunno, verso mezzogiorno, la luce solare entra dalla cupola e colpisce l’oblò della prima cappella accanto all’altare.
  • In questo modo, appare magicamente un affresco segreto, quello di Dio Padre Benedicente, che durante il resto dell’anno rimane nascosto agli occhi dei visitatori. Il gioco di luci con relativa apparizione di un altro affresco si verifica nell’oblò della cappella opposta.
  • Gli oculi che non vengono colpiti dalla luce solare in queste particolari giornate vennero lasciati da Guarini senza affresco.

Questo particolare non fu pensato solo allo scopo di stupire e meravigliare i fedeli, ma per focalizzare la loro attenzione sul messaggio di fede che vi si nasconde.

L’impatto di Guarino Guarini

Guarino Guarini è stato uno dei maggiori architetti del Seicento in Italia e il suo lavoro sulla Chiesa di San Lorenzo è stato un capolavoro dell’architettura barocca. In particolare, la cupola della chiesa è stata una delle sue creazioni più sorprendenti. Guarini era anche appassionato di astronomia e ha dimostrato la sua genialità all’interno della chiesa di San Lorenzo.

La chiesa di San Lorenzo è un esempio dell’impatto di Guarini sull’architettura barocca a Torino. La sua architettura innovativa e le sue soluzioni tecniche si fondono con l’arte e la fede, creando un’esperienza unica per i visitatori della chiesa.

La bellezza della Chiesa di San Lorenzo

Il luogo è una delle chiese più belle di Torino, grazie alla sua architettura barocca e alla sua lunga e intensa storia che si lega alla Sacra Sindone. La mancanza di facciata e la presenza delle opere d’arte nascoste rendono questa chiesa ancora più interessante e misteriosa per i visitatori.

La chiesa è aperta ai visitatori tutti i giorni ed è una tappa obbligata per chiunque voglia scoprire la bellezza dell’architettura barocca italiana e le opere d’arte nascoste che si nascondono dietro gli oblò delle cappelle radiali.

La simbologia dei dipinti nascosti Chiesa San Lorenzo

La Chiesa di San Lorenzo è stata costruita per celebrare la vittoria dei Savoia sui francesi nel XVI secolo, ma la sua simbologia va oltre il semplice valore storico. La cupola della chiesa rappresenta la presenza divina che sovrasta l’umanità, mentre gli affreschi segreti rappresentano la presenza di Dio che si manifesta solo in determinati momenti.

L’edificio è uno dei principali edifici di culto cattolico di Torino: un simbolo di fede e di speranza per i fedeli. Ma anche un’opera d’arte che rappresenta l’impatto dell’architettura italiana sul panorama artistico europeo.

Informazioni utili

  • Indirizzo: via Palazzo di Città 6, Torino
  • Orario: è aperta ai visitatori tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00.
  • L’ingresso è gratuito, ma è possibile fare una donazione per contribuire alla manutenzione della chiesa
  • Per scoprire i giorni delle funzioni religiose consultare il portale web
Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende