Enogastronomia

Stazione di Porta Susa: in arrivo Mc Donald’s

4158
Tempo di lettura: 2 minuti

La catena di ristoranti Mc Donald’s aprirà a d inizio di ottobre 2022 all’interno della stazione di Porta Susa. Nei giorni scorsi è stato infatti sottoscritto l’accordo tra l’azienda americana di fast food e il gruppo Chef Express per l’apertura di un nuovo punto vendita

Il nuovo locale Mc Donald’s si svilupperà su oltre 600 metri quadrati sul primo lotto di vetrine, al primo piano sotterraneo, in direzione di piazza XVIII dicembre. I lavori, che inizieranno questo mese di agosto, dovrebbero terminare per fine settembre e al massimo per l’inizio di ottobre vi sarà l’inaugurazione.

L’arrivo del colosso americano della ristorazione ha colto di sorpresa un po’ tutti. Secondo le indiscrezioni che erano circolate negli ultimi mesi, infatti, sembrava che fosse Burger King ad aprire un proprio punto vendita nella stazione.

Mc Donald’s a Torino

La nuova apertura nella stazione di Porta Susa sarà il decimo negozio della catena americana a Torino.

Sono già 3 i Mc Donald presenti nel centro storico cittadino. Oltre a quello aperto nella principale stazione ferroviaria, quella di Porta Nuova, altri locali sono situati in piazza Castello e in piazza Statuto.

L’ultimo ristorante aperto in città è il grande store di piazza Santa Rita da Cascia 8, proprio di fronte alla chiesa da cui il quartiere prende il nome.

I negozi di Porta Susa

Nonostante l’ottima notizia dell’arrivo di Mc Donald‘, la situazione commerciale della stazione di Porta Susa continua ad essere nebulosa.

Sono ancora poche le attività commerciali, giuste quelle essenziali, presenti all’interno dello scalo ferroviario tra corso Inghilterra e corso Castelfidardo.

Il progetto di creare una galleria commerciale urbana , come più volte progettato, rimane per ora sulla carta. Alla base del ritardo vi sarebbe il ritardo della riorganizzazione degli spazi della stazione da parte di Rfi, la società Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane che si occupa della gestione dell’infrastruttura ferroviaria

A causa della pandemia è, infatti, in ritardo lo spostamento della biglietteria e del presidio Polfer dal piano interrato al primo piano.

Questo, non consentirebbe la realizzazione da parte de Altarea Italia, società assegnataria degli spazi, di collocare i propri negozi senza creare disguidi per i passeggeri.

Solo una volta effettuato il trasloco si potrà riprendere il progetto della creazione della galleria commerciale urbana . Questa ultima comprende, tra l’altro, un piccolo supermercato, un barberie, una farmacia.

Tag
4158

Related Articles

4158
Back to top button
Close
Close