Territorio

Stop alle bici e monopattini sul ponte della Gran Madre

1790
Tempo di lettura: < 1 minuto

Non si potranno più percorrere il sella alla propria bicicletta o in monopattino i marciapiedi del Ponte Vittorio Emanuele I. Palazzo Civico ha deciso che chi vorrà percorrere su due ruote uno dei ponti più importanti di Torino , che collega la chiesa della Gran Madre a piazza Vittorio, dovrà farlo sulla carreggiata stradale.

La decisione è stata presa all’interno dei lavori da un milione e 200 mila euro avviati migliorare e ripristinare la segnaletica stradale in Torino. In cui, otre alla sostituzione di precedenti cartelli e al collocamento di nuove strisce pedonali saranno collocati anche questi divieti.

Dovrebbero essere in tutto 4 i nuovi cartelli, 2 per ogni senso di marcia di ogni marciapiede. Segnali ben visibili che dovrebbero da subito far cambiare le abitudini ai ciclist.

Chi vorrà attraversare il ponte Vittorio Emanuele I, d’ora in poi, potrà farlo o in sella sul pavè o portando il proprio mezzo a mano o spento in caso dei monopattini.

L’attraversamento del ponte della Gran Madre non sarà più un’eccezione.

D’ora in poi i ciclisti e i conducenti di tutti gli altri mezzi a due torneranno a seguire le linee guida del codice della strada.

La decisione arriva dopo le tante e continue segnalazioni dei Residenti della Collina. Questi ultimi si erano rivolti alla Circoscrizione Otto per segnalare i disagi legati ai transiti dei pedoni passaggio in cui non si sentivano più sicuri

La possibilità di percorrere i marciapiedi in sella, infatti, faceva sì che molti ciclisti, troppo spesso, si sentissero legittimati a percorrere il tratto di strada a velocità elevata. Come se fossero in strada, diventando così un pericolo per i pedoni a piedi.

Negli anni non sono mancati i momenti di tensione e qualche piccolo incidente, per fortuna sempre senza grosse conseguenze. Insomma, Il Comune ha deciso di correre ai ripari e ripristinare la normale viabilità su un’arteria così importante del traffico del centro storico di Torino.

1790

Related Articles

1790
Back to top button
Close
Close