AmbienteArticoli HP

Torino aderisce alla mission europea per diventare città climaticamente neutra

806
Tempo di lettura: < 1 minuto

La città di Torino vuole diventare climaticamente neutra entro il 2030, aderendo a un progetto europeo.

La città della Mole vuole entrare nella lista di 100 città che si impegnano a diminuire in maniera sensibile le emissioni.

Il capoluogo piemontese infatti ha da sempre un problema per quanto concerne la presenza di polveri sottili nell’aria. Malgrado i piani del comune, e gli sforzi profusi, come la richiesta di diventare Capitale Green del 2022, la situazione resta critica.

Nella speciale classifica delle città verdi, infatti Torino, si piazza sempre più in basso. Non consola il fatto di aver perso lo scettro di città italiana con il più alto tasso di smog d’Italia.

Torino aderisce al progetto europeo per diventare città climaticamente neutra entro il 2030: i dettagli

L’Unione Europea ha deciso di lanciare il progetto “100 Climate-neutral Cities by 2030 – by and for the Citizens” per abbattere l’inquinamento nelle maggiori città del Vecchio Continente.

La giunta comunale, riunitasi il 25 gennaio, ha deliberato l’adesione al piano su richiesta di Chiara Foglietta, assessora alla Transizione Ecologica e Digitale e all’Ambiente. 

L’iniziativa prevede un impegno a diminuire le emissioni entro il 2030. Un’iniziativa che vuole fare da traino alle altre città europee, che invece hanno fissato l’obiettivo al 2050.

806

Related Articles

806
Back to top button
Close
Close