Articoli HPTerritorio

Ospedale Oftalmico Torino: centro di riferimento per l’oftalmologia e l’oculistica

1594
Tempo di lettura: 4 minuti

L’Ospedale Oftalmico di Torino, con sede in via Juvarra 19, è il centro specialistico per le problematiche che interessano l’apparato visivo.

È intitolato a Casimiro Sperino, medico piemontese che ebbe parte attiva nella creazione del nuovo ospedale torinese nella seconda metà dell’800. Ancora oggi qualche torinese chiama l’ospedale lo “Sperino” in suo onore.

E’ uno dei principali ospedali della città di Torino.

Corridoio all'interno dell'ospedale oftalmico di Torino

Oftalmico Torino: la fondazione dell’ospedale

La fondazione dell’ospedale Oftalmico di Torino si deve principalmente ad uno dei pionieri della medicina del Piemonte: Casimiro Sperino. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Torino, Sperino ebbe modo di dare il proprio contributo durante una delle peggiori epidemie dell’epoca.

Nel 1835, infatti, gestì il lazzaretto che prestava soccorso alle persone malate di colera. Visto il suo servizio, il re Carlo Alberto gli offrì l’ambita nomina di dottore del Collegio Medico.

Tuttavia Sperino preferì non accettare la nomina chiedendo al re, invece, una borsa di studio per proseguire la ricerca all’estero. Così passò qualche anno tra Francia e Inghilterra e, una volta rientrato in terra sabauda, si rese conto del notevole gap sanitario-organizzativo tra il Regno di Sardegna e gli altri paesi europei.

Per questo motivo decise di istituire un primo centro (a sue spese) per la cura delle malattie degli occhi, offrendo trattamenti gratuiti per i poveri. Grazie ai finanziamenti della Compagnia di San Paolo e all’aiuto di altri collaboratori, Sperino riuscì ad annettere al centro anche delle sale di ricovero. Finalmente, nel 1847 si avviarono i lavori per il nuovo ospedale Oftalmico di Torino.

Qualche anno dopo Sperino ottenne la cattedra di Oftalmologia, che in seguito lasciò per passare a quella di Clinica Sifilitica.

Negli stessi anni fu anche promotore della costruzione di un altro ospedale: il San Lazzaro. Un centro specializzano nelle Malattie Celtiche (o francesi), così chiamate perché si pensava fossero diffuse dalle milizie francesi con la conquista napoleonica. In altre parole, con questo termine ci si riferiva alle malattie veneree come la sifilide.

Ingresso ospedale Oftalmico di Torino

Centro Oftalmico Torino: le specializzazioni

L’Ospedale Oftalmico di Torino è il presidio ospedaliero specializzato nella prevenzione, diagnostica e trattamento delle patologie della vista e dell’apparato visivo.

È centro di riferimento regionale per:

  • Oftalmologia Infantile
  • Oftalmologia Plastica e Ricostruttiva
  • Traumatologia
  • Glaucomi
  • Retina
  • Patologie Corneali
  • Ipovisione

Al piano seminterrato dell’edificio di via Juvarra è inoltre presente il Centro Multidisciplinare per la Salute Sessuale (Ce.Mu.S.S.) espressamente dedicato alle infezioni sessualmente trasmissibili. Dal 1° luglio 2019 ha sostituito i tre Ambulatori di Torino degli Ospedali Amedeo di Savoia, Sant’Anna e San Lazzaro.

Per l’accesso non serve la prescrizione del medico di base e la maggior parte dei test per le infezioni sono anonimi e gratuiti.

L’Oftalmico di Torino, come centro per l’Oculistica, dispone di 17 posti letto di ricovero ordinario e 36 dedicati al day hospital o day surgery. Dal 20 ottobre 2021 è attivo anche un reparto Covid, con 14 posti letto a bassa-media intensità, immediatamente disponibili in caso di emergenza epidemiologica.

entrata pronto soccorso ospedale Oftalmico di Torino

Oftalmico Torino Pronto Soccorso

Oltre al ricovero e alle visite ambulatoriali, all’Oftalmico di Torino è disponibile il servizio di pronto soccorso oculistico, anch’esso di riferimento regionale.

Garantisce un servizio di pronto intervento soprattutto per i traumi oculari e/o orbito-palpebrali e per il trattamento di patologie e affezioni oculari acute, come il distacco di retina, neurite ottica, endoftalmiti e altri tipi di infezioni agli occhi.

All’interno del pronto soccorso oftalmico di Torino è presente una sala per la piccola chirurgia e tre sale di visita. Gli interventi chirurgici di altra entità, invece, vengono effettuati all’interno del Blocco operatorio oculistico dell’Oftalmico che ospita 5 nuove Sale Operatorie, di cui una dedicata all’Urgenza e una alla Chirurgia Ambulatoriale. Per fare un esempio, con la nuova organizzazione, vengono effettuati circa 30 interventi di cataratta al giorno.

Orari pronto soccorso Oftalmico Torino:

  • Dal lunedì al venerdì: ore 8.00 – 22.00, con ultimo accesso alle ore 21.30
  • Sabato e domenica: ore 8.00 – 20.00, con ultimo accesso alle ore 19.00

Le attività oculistiche all’Oftalmico

L’Oftalmico di Torino negli anni ha subito una serie di alti e bassi che hanno portato, ad un certo punto, al decentramento delle attività oculistiche in varie zone della città. Nell’ultimo periodo, invece, la Direzione dell’ASL Città di Torino ha investito parecchio per riportare l’Oculista all’interno dell’Oftalmico. E lo ha fatto ristrutturando i locali, introducendo tecnologie all’avanguardia e assumendo nuovi specialisti. Di modo che potesse finalmente ripartire l‘attività oculistica dopo la crisi accentuata dalla pandemia da Covid-19.

Sono stati, inoltre, istituiti nuovi ambulatori di:

  • Telemedicina per ambulatorio Maculopatia
  • Controllo a 30 giorni post cataratta
  • Presa in carico pazienti ambulatorio di Diabetologi

È stato ampliato, poi, l’Ambulatorio Glaucoma e sono stati aggiunti il Percorso Uveite e il Percorso Neuriti.

L’attività oculistica, in generale, è organizzata in Nuclei Funzionali UltraSpecialistici, tra cui troviamo:

  • il Centro per lo studio del glaucoma, dove si utilizzano le tecniche più recenti nei trattamenti chirurgici
  • quello dedicato alle maculopatie, che si avvale delle più moderne attrezzature diagnostiche e terapeutiche e utilizza laser, terapie fotodinamiche e altri tipi di trattamenti innovativi
  • l’area dedicata alla traumatologia oculare (dal trapianto di cornea al trattamento della cataratta e della retina)
  • il Centro per la chirurgia vitreoretinica, con interventi mini-invasivi
  • l’Oftalmoplastica, che si occupa delle lesioni palpebrali, dell’apparato lacrimale e dell’orbita
  • il Centro di trapianto delle cornee
  • il Centro di Oftalmologia pediatrica e strabismo dell’adulto
  • l’Ortottica
  • i Centri di Riabilitazione Visiva e quello per le Malattie Rare Oftalmologiche
Sala d'attesa ospedale Oftalmico di Torino

Gli ambulatori dell’Oftalmico

L’Oftalmico di Torino svolge attività di ricovero e servizi ambulatoriali. In altre parole, i pazienti possono essere inviati per ulteriori controlli o esami diagnostici, presso i vari ambulatori specialistici presenti in sede:

  • Angiografia Retinica
  • Maculopatie
  • Laserterapia
  • Patologie Orbito-Palpebrali
  • Retina Medica e Retina Chirurgica
  • Uveiti Neurito e Immunopatologia Oculare
  • Fisiopatologia Corneale
  • Elettrofisiologia
  • Glaucoma Medico e Glaucoma Chirurgico
  • Tomografia a Coerenza Ottica (O.C.T.)
  • Microperimetria
  • Campi Visivi Computerizzati
  • Controlli Postoperatori e Controlli Intravitreali

Modalità di accesso: come prenotare una visita all’oftalmico di Torino

Per prenotare visite ed esami specialistici si può contattare l’ospedale:

  • telefonicamente, tramite CUP Regionale al numero 800.000.500 (numero verde gratuito) attivo dal lunedì alla domenica (escluse le festività nazionali), dalle ore 8.00 alle ore 20.00
  • di persona: recandosi presso il CUP in via Juvarra, 19 – piano terra dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 14.00 (l’erogazione dei numeri elimina code termina alle ore 13.30)

Per la prenotazione occorre essere in possesso dell’impegnativa del medico e della tessera sanitaria.

Informazioni utili

1594

Related Articles

1594
Back to top button
Close
Close