Articoli HPTerritorio

Torino, nuovo avvistamento di cinghiali in città in corso moncalieri

1552
Tempo di lettura: < 1 minuto

Gli abitanti di Torino sono sempre più preoccupati per i continui avvistamenti di cinghiali in città, l’ultimo in corso Moncalieri.

Una situazione che le autorità regionali hanno definito di emergenza, con gli ungulati che scendono nelle vie cittadine sempre più spesso.

Lo scorso mese d’agosto Marco Protopapa, Assessore all’Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca della Regione Piemonte ha indetto un incontro a Roma nella sede dell’ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, per discutere le linee guida sull’emergenza ungulati.

Nella Città della Mole gli avvistamenti crescono sempre di più, anche nelle ore diurne e in pieno centro. L’ultimo in ordine di tempo ha visto due esemplari aggirarsi nella zona della Gran Madre.

Emergenza anche nella zona di Cavoretto, con un automobilista che ha rischiato di investire una intera famiglia e un esemplare visto in pieno giorno mentre rovesciava bidoni della spazzatura in cerca di cibo.

L’episodio più grave è avvenuto in provincia di Alessandria, dove un cinghiale ha ucciso un cacciatore in una battuta di caccia.

Avvistato un branco di cinghiali a corso Moncalieri a Torino: i dettagli

A distanza di tre giorni dall’ultimo avvistamento alla Gran Madre, un branco di cinghiali è riapparso nella notte di Torino.

Questa notte, alle ore 5 circa, una residente ha immortalato un branco di otto cinghiali aggirarsi nei pressi di Corso Moncalieri, a due passi da piazza Zara. I suini selvatici hanno divelto una serie di pattumiere in cerca di cibo, lasciando i resti per strada.

La situazione è ormai sempre più complessa per i residenti, soprattutto nella zona collinare, con gli ungulati che sempre più fanno capolino nel centro abitato.

Un problema che al di là dell’incolumità dei città alza un grave problema di igiene, coi rifiuti per strada.

Gli esperti sostengono che i cinghiali affollino il centro abitato per scappare lupi e cacciatori, oltre che per cercare fonti di cibo.

(Foto di repertorio)

1552

Related Articles

1552
Back to top button
Close
Close