Articoli HPTerritorio

Torino, con l’autunno cresceranno i turisti stranieri

1710
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino, malgrado la crisi legata alla pandemia, è pronta a ripartire e in autunno è prevista una crescita di turisti stranieri.

Un flusso di ammiratori della Città della Mole stranieri è in crescita per una lunga serie di motivi. Il capoluogo piemontese infatti è in procinto di ospitare alcuni dei più grandi eventi sportivi e culturali di questi mesi, inoltre le nuove regole di circolazione con il green pass permettono anche l’accesso a strutture al chiuso, soprattutto i poli museali.

L‘Assessorato al Turismo e Cultura della Regione Piemonte ha già tirato un sorriso dopo i dati della prima settimana di green pass al chiuso. Infatti i musei cittadini hanno fatto registrare numeri superiori al 2020. Crescita aiutata dalla presenza nelle gallerie d’arte di diversi turisti francesi, tedeschi e olandesi.

L’autunno porterà i turisti stranieri a Torino: i dettagli

I tempi, per via della risalita dei contagi restano incerti, ma c’è voglia di ripartire, soprattutto nel comparto turistico.

La Regione Piemonte ha approvato diversi incentivi al turismo, e il più quotato è il Voucher Vacanze. Il Vocuher prevede tre notti in albergo al costo di una, con le restanti due pagate da Regione e albergo.

Una iniziativa che ha in poco più di un mese ha fatto registrare la vendita di ben seimila tagliandi.

Turisti attratti anche dai grandi maestri del tennis: a Torino andranno in scena le ATP Finals, e i biglietti sono già sold out. Anche qui l’apporto degli appassionati fuori dalla nazione è elevatissimo: il 20% dei tagliandi è stato venduto all’estero.

Inoltre a ottobre sono attesi diversi appassionati di calcio di Belgio e Francia: le due potenze mondiali si sfideranno nelle semifinali della UEFA Nations League.

Flusso dall’estero favorito dalla nuova posizione che l’aeroporto di Torino Caselle ha assunto: da giugno lo scalo è hub strategico Ryanair.

1710

Related Articles

1710
Back to top button
Close
Close