Articoli HPTerritorio

Torino hub strategico di Ryanair: Caselle si apre all’Europa

13537
Tempo di lettura: 2 minuti

I torinesi in mattinata si sono svegliati con un’attesa indiscrezione: Ryanair vuole fare di Torino Caselle uno degli hub principali della compagnia.

Il portale FlyTorino, sulla sua pagina Facebook, ha annunciato la clamorosa indiscrezione, che renderebbe la Città della Mole un punto strategico per la compagnia irlandese.

A riprova di grandi novità, stamane l’Amministratore Delegato Ryanair, Michael O’Leary, ha programmato una conferenza stampa.

Il tema dell’appuntamento ai giornalisti è quello di definire al pubblico i nuovi programmi societari. Infatti le compagnie aree hanno fortemente risentito della pandemia, ma adesso vogliono ripartire decisi.

Torino Caselle sarebbe così il secondo grande scalo nel nord Italia, dopo l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

L’aeroporto bergamasco è inserito tra i dieci migliori aeroporti low cost mondiali, e quello più frequentato d’Italia per numero di passeggeri. I turisti nello scalo sono stimati in 49 milioni.

Per Torino, grazie al flusso di turisti previsto nei prossimi anni, la stima può toccare queste vette. Oltre a essere un riferimento per il turismo storico, Caselle può diventare l’aeroporto di riferimento per coloro che intendono raggiungere le Alpi. Inoltre per i prossimi anni Torino sarà il centro dello sport, con le ATP Finals, la Coppa Davis, La UEFA Nations League, la finale di Champions League femminile di calcio e gli europei di Baseball.

Ryanair a Torino Caselle come hub strategico: le tratte percorse

Il portale FlyTorino, oltre all’indiscrezione sulla strategia Ryanair, ha appena pubblicato la lista delle rotte internazionali che la compagnia percorrerà.

Ecco l’elenco delle rotte internazionali:

  • Atene
  • Barcellona El Prat
  • Bristol
  • Bruxelles Charleroi
  • Budapest
  • Chania
  • Copenaghen
  • Corfu
  • Cracovia
  • Dublino
  • Edinburgo
  • Fez
  • Ibiza
  • Kyev
  • Lanzarote
  • Londra (tutti gli aeroporti)
  • Lviv
  • Madrid
  • Malaga
  • Malta
  • Marrakech
  • Parigi BVA
  • Palma
  • Rodi
  • Shannon
  • Siviglia
  • Tel Aviv
  • Valencia

I voli nazionali invece saranno:

  • Bari
  • Brindisi
  • Cagliari
  • Catania
  • Lamezia
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Trapani

La storia di Ryanair: la più celebre compagnia low cost europea

Ryanair ha spiccato il volo nel 1984, fondata nella piccola città di Waterford da Tony Ryan, che aveva l’ambizione di collegare l’Europa senza spendere molto.

Infatti fino agli anni ’80 gli aerei erano un mezzo di trasporto elitario, con tariffe non agevoli per il ceto medio. Tra molte controversie e cavilli legali, l’imprenditore spezzò il duopolio britannico di British Airways ed Aer Lingus, che in quegli anni gestivano le tratte Londra-Waterford.

Infatti inizialmente i voli prevedevano esclusivamente questa tratta.

Con l’apertura dell’Unione Europea alle ditte di trasporto private, nel 1997, la compagnia irlandese crebbe rapidamente. Negli anni ’90 la flotta prese il controllo di moltissime rotte sull’isola britannica, favorite da costi bassi e servizi accessori a pagamento.

A cavallo con il nuovo millennio arriva la conquista europea, con le prime tratte verso Francia, Italia e Spagna. Nel nostro paese il primo volo è datato 1998, con la tratta Londra-Venezia.

Nel 2017 la compagnia assume connotati intercontinentali, con sette tratte verso il Marocco e due verso Israele, portando i propri voli in tre continenti diversi: Europa, Asia e Africa.

Ad oggi si contano 200 destinazioni, e il progetto cresce con l’incorporamento di alcune aziende aree locali: l’ultima è la Malta Air.

13537

Related Articles

13537
Back to top button
Close
Close