Articoli HPTerritorio

Arriva alla Regione il progetto di riqualificazione di Stupinigi

2044
Tempo di lettura: 2 minuti

I cantieri dureranno sette anni e andranno a trasformare la viabilità di tutta l’area di Stupinigi

Il progetto per la riqualificazione di Stupinigi è stato presentato la settimana scorsa alla Regione Piemonte.

Il piano comprenderà l’area dall’asse del Chisola fino al fiume Sangone e costerà complessivamente 25 milioni di euro.

Nel caso di finanziamenti da parte dell’Unione Europea si ipotizzano sette anni di cantiere che andranno a interessare il parco, i poderi, le strade e i Comuni limitrofi.

Insieme anche a uno sviluppo delle aziende agricole e artigianali che lavorano nella zona.

Il progetto di riqualificazione è stato realizzato dall’agenzia di sviluppo Lamoro e cofinanziato dalla Fondazione Crt e dai sei comuni del protocollo di valorizzazione di Stupinigi:

  • Nichelino
  • Orbassano
  • Beinasco
  • None
  • Candiolo
  • Vinovo

L’ipotesi del momento è quella di costituire un centro di controllo con Ente Parco, la Regione Piemonte e la Fondazione Mauriziano.

Riqualificazione Palazzina di Caccia di Stupinigi

Il progetto interverrà su 5 campi di sviluppo principali

Parliamo infatti di ambiente, attività produttive, viabilità e mobilità sostenibile, e infine anche di patrimonio sociale.

Partendo dallo scopo di riqualificare le aree di pregio di Stupinigi, il piano intende lanciarsi verso lo sviluppo di un turismo ecosostenibile.

Si punta a valorizzare quindi le eccellenze agroalimentari e artigianali della zona.

Così come, tra le innovazioni ambientali, si valuta anche il finanziamento del terzo lotto di restauro delle rotte reali.

Per quanto riguarda il parco invece, si considera la nascita di un centro didattico e turistico.

Mentre nell’ambito dello sviluppo, il progetto prevede anche la produzione di un paniere tipico del distretto Reale di Stupinigi, insieme alla costruzione di un nuovo hotel 4 stelle nell’area di Vinovo.

Facciata Palazzina di Caccia di Stupinigi

Le piste ciclabili diventeranno il punto cardine dell’intero piano di lavori

La prima idea è quella di realizzare un sovrappasso per biciclette e pedoni tra il centro tumori il parco.

Insieme a un altro lungo le piste ciclabili che partendo da Vinovo attraversano Orbassano, il Parco Sangone per poi arrivare a Stupinigi.

Allo stesso modo ci sarà anche il prolungamento della linea 4 fino alla Palazzina di caccia, insieme alla costruzione di una nuova stazione ferroviaria nei pressi di MondoJuve.

Nel progetto per Stupinigi ci sarebbero anche l’adattamento del raccordo della tangenziale Debouché.

Oltre che alla riqualificazione del tratto stradale tra corso Unione Sovietica e viale Torino, a Nichelino.

Inoltre abbiamo poi tutta la parte legata al restauro dei poderi reali

Riguardo alla riqualificazione delle tenute e dei poderi della famiglia reale, il programma prevede il restauro del Castello di Parpaglia insieme alla risistemazione del giardino della Palazzina di Stupinigi.

Si prospetta una nuova vita anche per i possedimenti sul lungo viale, come: l’ex Ghiacciaia e la vecchia fabbrica di cioccolato di None.

In definitiva, il progetto di riqualificazione di Stupinigi comprenderà quindi importanti lavori di ristrutturazione capillare.

Un progetto che ha trovato il consenso del governatore Alberto Cirio e che al momento attende di essere inserito tra i piani di recupero economico e culturale dell’Unione Europea.

2044

Related Articles

2044
Back to top button
Close
Close