Articoli HPStoria

Stazione di Torino Lingotto, la stazione del Duemila

1464
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: 2 minuti

Lingòt, in dialetto Piemontese è il quartiere dell’ottava Circoscrizione di Torino.

Un quartiere con una storia molto antica: nacque infatti nel XV secolo come latifondo rurale, situato tra Torino e Moncalieri.

Su questi terreni, quasi cinquecento anni dopo, nacque la Stazione ferroviaria di Torino Lingotto .

Fu il Re Carlo Alberto di Savoia a sovvenzionare la costruzione di una linea ferroviaria diretta a Genova. In poco tempo la zona si popolò di pendolari e operai della ferrovia.

Ancora oggi la storica stazione è presente nel quartiere, e vanta più di cent’anni di storia.

Stazione Lingotto primi anni 1900

Stazione di Torino Lingotto

La Stazione di Torino Lingotto affonda le sue radici nel 1910.

All’inizio era uno scalo nella nuovissima linea ferroviaria Torino-Genova. L’aspetto era quello di un modesto fabbricato in stile alpino, per il riparo dei viaggiatori.

Era utilizzato quasi esclusivamente dagli operai ferroviari e dai pendolari che lavoravano nell’appena nata industria Lingotto, ed era anche un temporaneo scalo per la mercanzia che doveva oltrepassare la dogana di via Giordano Bruno.

Il quartiere agli inizi del 1900 non era molto popolato.

Passarono gli anni, e crebbe l’economia, di conseguenza aumentò anche la popolazione. Il piccolo fabbricato, divenne così inadeguato a contenere un numero sempre maggiore di persone.

Il bombardamento e i successivi ampliamenti

Il 4 giugno 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale, l’edificio fu distrutto in un bombardamento dell’aviazione alleata.

Non passò molto tempo dalla sua ricostruzione.

Era la fine degli anni cinquanta; la struttura non venne solo ricostruita, ma venne anche ampliata.

Esteticamente si definiva come un ibrido: rimase la tettoia spiovente in stile alpino, ma presentava anche uno sterile porticato in cemento.

Negli anni settanta si decise di sottoporre la struttura a un secondo ampliamento. I binari che transitavano alla Stazione di Torino Lingotto quadriplicarono.

La decisione di ampliarla, venne presa conseguentemente l’aumento del numero di treni che transitavano ogni giorno, che passarono da 240 a 270, in poco tempo.

Stazione Lingotto vista dal satellite

L’ubicazione e l’ampliamento definitivo

Dal 1910 a 1980, Torino Lingotto, era situata in vicinanza del ponte di via Passo Buole, in prossimità degli stabilimenti della Fiat.

La Stazione divenne, nel giro di pochissimi anni, la seconda per movimento.

Il transito dei pendolari era in costante e rapidissimo aumento e la stazione, nonostante aveva subito di recente un apliamento, doveva essere ripensata, nuovamente.

L’edificio di via Passo Buole fu abbattuto nel 1980.

Ne occorreva uno più grande e in una posizione differente. La costruzione della nuova stazione ferroviaria cominciò nel medesimo anno.

Nel progetto si pensò all’annessione di un ampio parcheggio, per le autovetture dei pendolari.

Fu abbandonato l’obsoleto stile alpino, e venne fatto riferimento all’architettura razionalista, secondo i principi del funzionalismo.

Fu poi dipinta col color ocra.

L’inaugurazione

Il 20 febbraio 1984 l’allora ministro dei Trasporti Claudio Signorile, tagliò il nastro inaugurale.

Signorile, partì in treno dalla stazione di porta Nuova, a bordo era presente anche il direttore generale delle Ferrovie dello Stato. In pochi minuti il treno arrivò alla fermata Lingotto.

I media, quell’anno, definirono l’edificio di Torino Lingotto la “Stazione del Duemila”.

L’Espresso 664, che proveniva da Lecce, fu il primo treno a sostarvi.

Binari stazione ferroviaria Lingotto Torino

La stazione oggi

La Stazione Lingotto oggi è la terza nella città di Torino per affluenza dopo quella di Porta Nuova e Porta Susa.

Oggi possiede ben tredici binari, di cui nove passanti e quattro tronchi.

Nella sua struttura viene inglobato Deposito locomotive di Torino Smistamento, deposito delle locomotive speciali.

Qui avviene il montaggio dei convogli e la manutenzione periodica delle carrozze.

1464

Related Articles

1464
Back to top button
Close
Close