Articoli HPTerritorio

Torino, al Sermig la gestione della Basilica di Superga: evitata la chiusura

1453
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo settimane di paura è arrivato il lieto fine per la Basilica di Superga a Torino: il Sermig ha ottenuto la gestione scongiurando la chiusura.

Il mancato accordo sul demanio tra Comune, l’Ordine dei Servi di Maria e l’Artis Opera ha messo in serio rischio l’apertura della struttura religiosa.

Infatti una clausola sul demanio prevede che la Basilica debba essere gestita nella liturgia da una reggenza religiosa. Per questo motivo la sola Artis Opera non poteva ottenere un accordo con il Comune per la gestione.

Dopo settimane di ipotesi, con anche la diocesi che ha offerto una soluzione ponte, la fumata bianca che ha scongiurato la chiusura è arrivata.

Sarà il Sermig ad avere la gestione della Basilica in un accordo trovato appositamente per permettere la gestione anche liturgica.

Non essendo una organizzazione liturgica, il Sermig ha dovuto definire un accordo con la Diocesi per permettere le funzioni religiose. Infatti l’organizzazione gestirà tutto ciò che concerne l’organizzazione e l’occupazione, mentre la Diocesi svolgerà le liturgie per i fedeli.

Un accordo paventato già due settimane fa, e che ora ha permesso a Torino di non privarsi di uno dei suoi simboli.

Al Sermig l’occupazione della Basilica di Superga di Torino: la cronistoria

A inizio giugno l’Ordine dei Servi di Maria ha annunciato che avrebbe lasciato la reggenza di Superga, facendo saltare il tavolo della trattativa sul Demanio.

La clausola sulla gestione religiosa ha imposto una ricerca di un nuovo ordine religioso per la sua custodia, pena la chiusura a tempo indeterminato.

I Legionari di Gesù hanno provato ad aprire la trattativa per la custodia della chiesa, ma dopo una prima apertura è arrivo il diniego. La chiusura è arrivata per una questione dogmatica, con l’ordine ritenuto troppo conservatore e distante dalle attuali disposizioni papali.

Dopo che la Diocesi ha offerto una soluzione ponte, il Sermig ha rotto gli indugi e ottenuto la custodia della Basilica.

1453

Related Articles

1453
Back to top button
Close
Close