Articoli HPTerritorio

Revocato il blocco delle auto euro4

1273
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Ministero dell’Ambiente comunica la sospensione del blocco alla circolazione degli autoveicoli diesel euro 4

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha acconsentito alle richieste delle Regioni del bacino padano e revoca, per il momento, il blocco alla circolazione dei diesel euro 4.

Negli ultimi giorni infatti, il governatore Alberto Cirio, in accordo con i presidenti di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, aveva avanzato al Governo la richiesta di sospensione del blocco auto, alla luce dell’emergenza sanitaria in corso.

Di fronte all’approvazione del Ministero dell’Ambiente, le 4 regioni hanno comunque dato conferma del loro impegno per la riduzione delle emissioni nel bacino padano, motivo per il quale erano state appunto decretate le limitazioni.

La scelta è stata presa alla luce della riapertura delle scuole, in modo da ridurre l’utilizzo dei mezzi pubblici e scongiurare scenari di possibili contagi.

Naturalmente si tratterà di una misura temporanea, che ad ogni modo ha raccolto le volontà non solo del mondo produttivo, ma anche di quello privato.

Automobili in coda davanti a una galleria
In arrivo la sospensione del blocco delle auto euro4

In effetti, diverse sono state le voci in Piemonte a favore della sospensione del blocco auto

Tra tutte, in particolar modo, quella di Torino, che negli ultimi giorni aveva invocato la revoca dei limiti alla Regione Piemonte.

Ma allo stesso tempo numerosi sono stati anche i centri del territorio regionale a porsi contro l’ordinanza, astenendosi dalla sua firma.

Per quanto riguarda la provincia di Torino infatti, le restrizioni avrebbero interessato 27 comuni della zona, tra cui, oltre al capoluogo:

  • Beinasco
  • Borgaro Torinese
  • Cambiano
  • Carmagnola
  • Caselle Torinese
  • Chieri
  • Chivasso
  • Collegno
  • Grugliasco
  • Ivrea
  • La Loggia
  • Leinì
  • Mappano
  • Moncalieri
  • Nichelino
  • Orbassano
  • Pianezza
  • Rivalta
  • Rivoli
  • San Mauro Torinese
  • Santena
  • Settimo Torinese
  • Trofarello
  • Venaria Reale
  • Vinovo
  • Volpiano

Tutti comuni nei quali sarebbe stata vietata la circolazione dei veicoli a benzina euro 0 e i diesel fino a euro 4, interessando di fatto un totale di 350mila auto.

Mentre la scelta della momentanea deroga ne garantirà il traffico di 140mila.

Tuttavia, la questione dell’inquinamento ambientale rimane ancora accesa

Le Regioni, come detto in precedenza, hanno riferito il loro impegno alla causa e in quest’ottica la Giunta regionale si ritroverà a breve per diramare un piano straordinario concernente la riduzione delle emissioni.

In quell’occasione si valuterà anche il progetto “Move-in” o “Monitoraggio dei veicoli inquinanti.

Un’idea innovativa, portata avanti dalla Regione Lombardia, che prevede l’installazione volontaria di una scatola nera all’interno delle vetture più inquinanti.

Sulla base dell’immatricolazione e dell’alimentazione, quest’ultima sarebbe in grado di stabilire un numero massimo di chilometri da percorrere all’interno dei comuni interessati.

Con l’esaurimento di questi, verrà di conseguenza vietato l’utilizzo di quello specifico mezzo solo ed esclusivamente all’interno dei centri aderenti all’accordo, il tutto per ridurre le emissioni.

Senza dubbio, si tratta comunque di una possibilità da tenere in considerazione, soprattutto dal momento in cui la sospensione del blocco auto di questi giorni è già la seconda degli ultimi due mesi.

1273

Related Articles

1273
Back to top button
Close
Close