Articoli HPTrasporti

Chiude BlueTorino, FCA lancia il car sharing con le nuove 500E

2191
Tempo di lettura: 2 minuti

Torino cambia marcia, e anche vettore, visto che BlueTorino chiude venendo prelevata da Leasys (Fca Bank), pronta a riversare in strada le nuove FIAT 500E.

BlueTorino, approdata sotto l’ombra della Mole 5 anni fa, cede il passo al gruppo FCA dopo aver annunciato l’abbandono al capoluogo piemontese già in estate.

A prendere piede in città sarà il gruppo Leasys, che fa capolino a FCA Bank, che porterà nelle vie della città la nuovissima FIAT 500E.

Arriva il nuovo car sharing di FCA: si potranno noleggiare le 500 elettriche
Arriva il nuovo car sharing di FCA: si potranno noleggiare le 500 elettriche

Chiude BlueTorino: i dettagli

Il gruppo francese del finanziere Vincent Bolloré cede la totalità delle infrastrutture, tra cui 430 torrette di ricarica elettrica alla multinazionale italiana, che agirà coadiuvata da Credit Agricole Consumer Finance.

Il Progetto di FCA prevede la crescita delle stazione di ricarica da 430 unità a 550, con l’inserimento di 560 posti auto per il parcheggio dei mezzi green.

Leasys lancerà il progetto LeasysGo, con una flotta da quasi 500 autovetture elettriche, 400 delle quali pronte già a gennaio.

Le auto in questione saranno, ovviamente, le nuovissime Fiat 500e, evoluzione sostenibile del celebre marchio della fabbrica torinese.

Dopo gli indizi di chiusura, giunti a inizio agosto, il comune ha dato nelle scorse ore il nulla osta per il passaggio di consegne dai francesi agli italiani.

Alla base dell’abbandono del gruppo Blucar alla città della Mole c’è l’ingente passivo registrato lo scorso anno.

Nel solo capoluogo piemontese si registrano 15 milioni di perdita in favore di soli 700 mila euro di indotto.

Un passivo gravissimo, che ha portato il gruppo transalpino a desistere, non solo a Torino, ma in moltissime città nel mondo.

Leasys prefissa un nuovo modello di car sharing

Il gruppo FCA vuole cambiare modo di fare car sharing, portando una ondata di novità a Torino.

Un modello che a differenza del gruppo francese, che aveva parcheggi fissi, svilupperà un modello free-floating, con voucher acquistabili su Amazon.

l progetto, inoltre, verrà lanciato in altre grandi città europee: Milano, Roma, Lione e Valencia in primis.

2191

Related Articles

2191
Back to top button
Close
Close