Articoli HPLocali

La riqualificazione dei portici di Corso Vittorio Emanuele II finanziata dai commercianti

1077
Tempo di lettura: < 1 minuto

Malgrado la crisi per la pandemia, i commercianti torinese hanno raccolto 70 mila euro per la riqualificazione dei portici di Corso Vittorio Emanuele II.

La zona, specie nelle ore serali, è diventata zona frequentata da spacciatori e facinorosi.

Ma a preoccupare maggiormente gli esercenti è lo stato di fatiscenza della struttura porticata, dove il comune aveva già promesso interventi in estate, senza però mai agire.

L’iniziativa nasce da una auto tassazione che ha fruttato ben 70 mila euro per la riqualifica degli arredi comuni dei portici.

I dettagli della riqualificazione dei portici di Corso Vittorio Emanuele II da parte dei commercianti

La somma raccolta, i 70 mila euro per l’appunto, sono un incoraggiante punto di partenza, ma al momento potrebbero non coprono tutte le esigenze di riqualificazione.

Gli esercenti, tuttavia, hanno dato mandato all’architetto Andrea Gai di studiare il piano dei lavori.

L’architetto, che ha contribuito al restyling di Platti, ha deciso di rinunciare ai suoi compensi perché colpito dalla voglia di fare dei commercianti i quartiere.

I lavori, tuttavia, comincerà già da lunedì per tentare di donare le prime facciate restaurate già per la settimana di natale.

I portici si abbineranno così alle vetrine addobbate a festa per il periodo natalizio.

In questo momento però, e con significativo ritardo, il comune sta già lavorando con una serie di impalcature all’installazione delle luci natazie nella parte esterna dei porticati.

Una mossa che, oltre a ridonare splendore alle meravigliose strutture, vuole portare una parte della criminalità di quartiere lontana dalla zona del centro.

Tutto mosso dalla voglia di riportare la gente a passeggiare per le vie del centro, spingendo la malavita a non trafficare le vie del centro storico.

Un’iniziativa non mossa soltanto dai gestori storici.

Infatti, molti dei nuovi negozianti di hanno deciso di donare delle somme per l’iniziativa, sostenendo che questa parte di Torino meriti di rifiorire.

1077

Related Articles

1077
Back to top button
Close
Close