Home Arte Museo Ettore Fico: in Barriera di Milano il museo connesso con il...

Museo Ettore Fico: in Barriera di Milano il museo connesso con il territorio.

Museo Ettore Fico
Museo Ettore Fico: in Barriera di Milano il museo connesso con il territorio.
Tempo di lettura: 2 minuti

Museo Ettore Fico: in Barriera di Milano il museo che dialoga con il territorio circostante.

Il Museo, intitolato al pittore piemontese Ettore Fico, è stato istituito dall’omonima Fondazione voluta dalla moglie dell’artista. Ha lo scopo di promuovere e divulgare l’opera di Ettore Fico, ma non solo. È anche sede di numerose mostre temporanee, eventi culturali e incontri, in particolar modo incentrati sull’arte moderna e contemporanea.

La sede. Perché un museo in Barriera di Milano?

La sede del Museo Ettore Fico è il risultato della ristrutturazione e riconversione di uno stabilimento industriale, come è successo per la Fondazione Merz e la Sandretto Re Rebaudengo.

Si trova in via Cigna 114 all’interno di un quartiere a vocazione prettamente industriale. Qui prima c’era la SICME, Società Industriale Costruzioni Meccaniche ed Elettriche. Un complesso industriale degli anni ’50-’60 che si trovava in prossimità degli stabilimenti della FIAT. Di fronte alla SIMA, la Sezione Industrie Metallurgiche e Acciaierie, e vicina ai Docks Dora, gli ex magazzini e depositi ferroviari della merce che entrava in città.

adv
Loading...

La collocazione su via Cigna all’epoca era molto strategica dal punto di vista delle comunicazioni. Collegava, infatti, il centro di Torino con la Barriera di Milano, giusto lungo la via ferroviaria che porta al capoluogo lombardo.

All’interno della SICME lavorava anche Primo Levi, in veste di chimico, che poi dal 1966 andò a ricoprire la carica di direttore generale presso un’altra impresa del gruppo.

La produzione dell’azienda metalmeccanica procedette per un quarantennio. Poi, seguendo tragicamente il destino di molte altre aziende torinesi, la SICME conobbe una crisi senza precedenti. Finché nel 2004 venne ufficialmente presentata istanza di fallimento.

Come già avvenuto per altri complessi industriali dismessi della città, dai Docks Dora alle Officine Grandi Riparazioni (OGR), anche l’ex SICME è diventato luogo della cultura, ospitando il Museo Ettore Fico.

Museo Ettore Fico
Museo Ettore Fico: in Barriera di Milano il museo connesso con il territorio.

Il progetto MEF A.R.T. Attività e Relazioni con il Territorio

Le attività del Museo Ettore Fico non si limitano al proprio spazio espositivo. Vanno oltre le barriere architettoniche del classico museo per entrare in contatto con il vivo tessuto urbano in cui si trova.

Si chiama MEF A.R.T. l’innovativo programma attraverso cui il Museo si propone come un organismo in continuo dialogo con il territorio. In questi anni sono stati numerosi i progetti che hanno puntato al coinvolgimento delle realtà presenti nel quartiere Barriera di Milano e, in generale, nella città di Torino.

Il Teatro Comunità, per esempio,ha presentato in anteprima al MEF lo spettacolo Un’altra vita. Gli abitanti del quartiere Barriera di Milano ( torinesi, immigrati italiani e stranieri) hanno portano in scena le loro esperienze di vita attraverso il teatro, affrontando il tema molto attuale delle migrazioni.

L’Associazione Cascina Marchesa ha portato, invece, negli spazi del museo un cineforum dedicato alla terza età, un progetto mirato a coinvolgere e allargare ulteriormente l’audience del Museo.

La Scuola S-NODI ha proposto il MEFamily/Special No Wall, un progetto che ha messo in condivisione sul web immagini di interni di abitazioni private di Barriera, come in un grande mosaico virtuale.

Con il progetto MEF in MARKET, infine, il Museo Ettore Fico si è integrato con il mercato di Piazza Foroni e i suoi commercianti sono stati i protagonisti di un progetto partecipativo che ha portato l’opera di Ettore Fico all’interno dello storico mercato di Barriera.

Le visite guidate al Museo Ettore Fico

Tra le altre attività proposte dal Museo Ettore Fico, c’è la possibilità di prenotare una visita guidata ad una delle mostre in corso.

Per chi desidera coniugare l’arte e il cibo, alcune domeniche viene proposta la visita guidata con brunch al museo. Per info e disponibilità visitare la sezione eventi del sito web.  

Informazioni utili

Indirizzo: via Cigna 114, Torino

Orari:

Da mercoledì a domenica: 11-19. Lunedì e martedì chiuso.

Biglietto intero: 10 euro

Biglietto ridotto: 8 euro

Per ulteriori informazioni e per conoscere le mostre in programma visita il sito web ufficiale.

Correlato:  Torino, la pedonalizzazione del Valentino si farà: il parco sarà a misura di pedoni e ciclisti