Home Articoli HP Ristorante Del Cambio di Torino: storia, arte ed eccellenze gastronomiche

Ristorante Del Cambio di Torino: storia, arte ed eccellenze gastronomiche

Ristorante Del Cambio di Torino: storia, arte ed eccellenze gastronomiche.
Ristorante Del Cambio di Torino: storia, arte ed eccellenze gastronomiche.
Tempo di lettura: 2 minuti

Uno dei ristoranti storici più eleganti d’Italia. Arredi del XIX secolo insieme ad opere di artisti contemporanei.

Ai suoi tavoli si sono seduti Cavour, Balzac, Mozart e Audrey Hepburn.

Il Ristorante del Cambio di Torino è probabilmente il ristorante più famoso della città per la sua lunga tradizione e per il prestigio dei suoi ambienti.

Frequentato fin dal Risorgimento da politici e aristocratici, era il ristorante preferito di Camillo Benso di Cavour, che aveva il suo posto fisso con vista Carignano.

Il ristorante si trova nel pieno centro di Torino, in Piazza Carignano. Di fronte a Palazzo Carignano, che fu sede del Parlamento Subalpino e successivamente del primo parlamento del Regno d’Italia.

adv
Loading...

La nascita di un’istituzione torinese

Il Ristorante del Cambio di Torino nasce in realtà come caffetteria nel 1757.

Successivamente, nel 1840, ottiene il permesso per avvalersi dell’illuminazione a gas, diventando così uno tra i primi locali della città dotato di tale servizio.

Da quel momento diventa un punto di ritrovo mondano, famoso in tutta Europa, sia per gli spettatori del teatro che per i politici che si recavano a Palazzo Carignano, sede della Camera dei Deputati.

Nel 2014 il ristorante ha subito un radicale intervento riqualificazione.

Il risultato è il perfetto recupero della parte antica, la cosiddetta Sala del Risorgimento, con tanto di restauro delle decorazioni ottocentesche.

Brillano come non mai i grandi specchi, i lampadari di cristallo e gli arredi storici con le sedute in velluto rosso e tavolini in marmo bianco.

Ristorante Del Cambio di Torino: storia, arte ed eccellenze gastronomiche.
Ristorante Del Cambio di Torino: storia, arte ed eccellenze gastronomiche.

Di grande contrasto gli spazi nuovi, in cui sono stati coinvolti tanti artisti contemporanei: Michelangelo Pistoletto, l’argentino Pablo Bronstein e l’israeliano-newyorkese Izhar Patkin.

Al piano inferiore troviamo “Il tavolo della cantina”, sede di cene conviviali e degustazioni, e al piano superiore il Bar Cavour, tra i migliori cocktail bar di Torino, con arredi scuri e luci soffuse, entrambi i locali collegati all’adiacente Farmacia del Cambio.

Il menu

Il Ristorante del Cambio di Torino non è soltanto un pezzo di storia, ma anche un’eccellenza dal punto di vista gastronomico.

Infatti, sotto la guida dello chef Matteo Baronetto, nel 2014 ha conquistato la stella Michelin, uno tra i più prestigiosi riconoscimenti nel campo della ristorazione.

Il menù spazia dalla più classica cucina piemontese, come gli agnolotti alla piemontese e il vitello tonnato, a piatti più particolari e creativi.

Il ristorante propone poi diverse formule oltre al Menù alla carta:

  • Il percorso di sei portate: 135€
  • La cucina classica rivisitata dallo Chef: 110€
  • I grandi classici reinterpretati dallo Chef: 125€

Non avete voglia di sedervi anche voi in un tavolo del celebre Ristorante Del Cambio di Torino?

Informazioni utili:
Indirizzo: 
Piazza Carignano, 2, 10123 Torino

Orari Ristorante:
Lunedì chiuso
Martedì dalle ore 19.30 alle ore 22.30
Mercoledì – Sabato dalle ore 12.30 alle ore 14.30 e dalle ore 
19.30 alle ore22.30
Domenica dalle ore 12.30 alle ore 14.30

Orari Bar Cavour:
Dal martedì al sabato: dalle 19.00 alle 01.30 con servizio cucina fino alle 00.00

Prenotazioni:
Telefono: +39 011 546690
Indirizzo Mail: welcome@delcambio.it
Visita il sito web

Correlato:  Torino risponde a Milano con un'anteprima autunnale del Salone del Libro