Home Enogastronomia Wine Museum: il museo del vino di Barolo

Wine Museum: il museo del vino di Barolo

Wine Museum: il museo del vino di Barolo
Wine Museum: il museo del vino di Barolo
Tempo di lettura: 2 minuti

Nel cuore delle Langhe, all’interno del Comune di Barolo, sorge una realtà completamente dedicata al vino unica al mondo: il Museo del Vino, denominato “Wine Museum”.

Il Museo, nato nel 2010, trova la sua sede all’interno dell’affascinante Castello Faletti, appartenuto storicamente alla famiglia Faletti e nel 1970, dopo un periodo di abbandono, è stato acquistato dal Comune di Barolo.

 

Wine Museum: il museo del vino di Barolo

adv
Loading...

Non si tratta del solito percorso museale didattico, dove viene ricostruito il processo di produzione del vino, ma l’intento dell’allestitore museale François Confino, fra i più quotati e famosi al mondo, è stato, come recita lui stesso, quello di <<creare un percorso di visita poetico. Non un luogo dove si apprende come si fa il vino, ma un luogo che parli del rapporto tra noi e “lui”>>.

Il Wine Museum è un percorso discendente strutturato su otto piani, che partendo dalla terrazza, attraverso un susseguirsi di sale, termina con l’arrivo alle antiche cantine del Castello, dove appunto nacque il Barolo. Il tutto è corredato da luce e buio, colori, suoni, video, che permettono di coinvolgere il visitatore raccontandogli il “vino”.

A livello tematico, si parte dalla natura ed in seguito viene affrontato il discorso enologico nell’arte, nel cinema, in cucina, nella letteratura, nei miti universali e nelle tradizioni locali.

Correlato:  Torino nella Guida Michelin 2017: ecco i 4 ristoranti stellati

Inoltre all’interno troviamo anche un omaggio al suo castello e ai personaggi che lo hanno abitato come gli ultimi Marchesi Falletti di Barolo, Carlo Tancredi e Juliette Colbert. Infine, giunti nelle cantine storiche, è possibile ammirare grandi etichette ed annate memorabili.

Wine Museum: il museo del vino di Barolo

Il Museo è una realtà viva che offre ai visitatori, oltre al particolare percorso museale, anche kermesse, mostre personali, concerti e una serie di eventi sul territorio.

 

Clara Lanza