Territorio

Colle del Moncenisio: lo storico vallo tra Italia e Francia

Tempo di lettura: 3 minuti

Il Colle del Moncenisio, è un suggestivo valico alpino che collega Italia e Francia, unendo la Val di Susa, con la regione dell’alta Moriana, nel dipartimento francese della Savoia. Questo passo, situato a 2083 metri di altitudine tra le Alpi Cozie e le Alpi Graie, ha una storia antica ed è stato un importante punto di transito per migranti, viaggiatori e mercanti.

Origini del nome

La denominazione Moncenisio potrebbe derivare dall’espressione Monte delle Ceneri. Questa suggestiva interpretazione si basa su una leggenda locale, secondo cui un vasto incendio boschivo avrebbe lasciato sul terreno uno strato di cenere. Questa teoria è stata in parte confermata dal ritrovamento di residui grigi durante i lavori di costruzione della strada che attraversa il passo.

Posizione geografica e geopolitica

Geograficamente, il colle del Moncenisio si trova interamente in territorio francese, a seguito delle modifiche del confine stabilito dal Trattato di Parigi tra l’Italia e le potenze alleate nel 1947. Nonostante ciò, dal punto di vista idrografico, il lago del Moncenisio appartiene al bacino del fiume Po. In quanto le sue acque si riversano nel torrente Cenischia, affluente della Dora Riparia.

Il confine italo-francese si allontana dallo spartiacque alpino principale presso la Punta Marmottere, situata nel comune di Novalesa, e si dirige decisamente verso sud-ovest, scendendo verso il torrente Cenischia.

Storia antica e pellegrinaggi

Il valico montano ha una storia ricca che risale a secoli fa. È stato un punto di passaggio per numerosi eserciti e personaggi storici di rilievo. Si narra che Annibale, il famoso generale cartaginese, abbia attraversato le Alpi con i suoi elefanti, anche se gli studi recenti suggeriscono che il suo percorso potrebbe essere stato diverso da quello del passo del Moncenisio.

Inoltre, durante il Medioevo il passaggio divenne una tappa importante lungo la Via Francigena, un famoso pellegrinaggio che collegava l’Italia all’Europa settentrionale. Questo valico era considerato uno dei tratti più importanti della Via Francigena, poiché permetteva ai pellegrini di attraversare le Alpi e raggiungere i mercati della Champagne e altre destinazioni europee.

Via Francigena e Ospizio del Moncenisio

Nell’800, Ludovico il Pio, re dei Franchi, fece costruire un ospizio lungo il Colle del Moncenisio per accogliere i pellegrini e i viandanti lungo la Via Francigena. Questo ristoro svolgeva un ruolo cruciale nell’organizzazione dei pellegrinaggi e nel promuovere l’incontro tra viaggiatori provenienti da diversi paesi. I monaci e le monache che vivevano nella struttura contribuivano a creare un ambiente di scambio culturale, diffondendo nuove idee e pratiche religiose, tecnologiche e culturali.

Costruzione della strada Napoleonica

Napoleone Bonaparte, durante il suo regno, decise di costruire una nuova strada sul Moncenisio Pass per sostituire la vecchia mulattiera. Questa strada, conosciuta come “Gran Scala“, consentiva il transito di carri e carrozze, rendendo il valico più accessibile e agevole per il commercio e i viaggi.

La via venne costruita tra il 1803 e il 1810 da ingegneri come Derrien e Ducasse, e rappresentò un’opera di ingegneria straordinaria per l’epoca. Questa nuova strada rese il passo del Moncenisio una rotta più sicura e comoda per i viaggiatori, favorendo lo sviluppo economico della regione.

Lago del Moncenisio e le Fortificazioni Militari

Ai piedi del valico si trova un bacino artificiale creato da una diga costruita nel 1968. Il lago del Moncenisio, che è stato ampliato rispetto al suo stato originale, offre uno spettacolo mozzafiato e rappresenta una delle attrazioni principali della zona. Sempre nelle vicinanze del passo di montagna si trovano anche le Fortificazioni Militari sabaude, che furono costruite a difesa del valico dal 1874 al 1880. Questi forti, come il Fort de la Turra, testimoniano l’importanza strategica del Colle del Moncenisio nel corso della storia.

Escursioni e Attività Outdoor

Oggi, il luogo è una meta ideale per gli amanti delle escursioni e delle attività outdoor. La zona offre numerosi sentieri e percorsi panoramici che permettono di esplorare la bellezza naturale delle Alpi e di ammirare paesaggi mozzafiato.

È possibile fare escursioni a piedi lungo i sentieri che seguono l’antica Via Francigena immergendosi nella storia millenaria del valico. Gli amanti del ciclismo possono sfidare le strade panoramiche del Moncenisio Pass, godendo di una sfida fisica e di panorami mozzafiato lungo il percorso.

Come Arrivare al Colle del Moncenisio

Per raggiungere il passo è possibile seguire diverse strade principali.

In automobile da Torino, si può prendere l’autostrada A32 in direzione di Susa e seguire le indicazioni per il valico. Da lì, si segue la strada panoramica che conduce al colle, attraversando paesaggi incantevoli e punti di interesse storico

In treno si può raggiungere il Colle del Moncenisio arrivando alla stazione ferroviaria di Susa che offre collegamenti con diverse città italiane e francesi. E da qui prendere un autobus o un taxi per raggiungere il valico.

Tag

Related Articles

Back to top button
Close