AmbienteArticoli HP

Riscaldamento in Piemonte: termosifoni accesi in ritardo e più freddi

31328
Tempo di lettura: 2 minuti

E’ stato firmato ieri il nuovo decreto ministeriale che pone i limiti temporali d’utilizzo in Italia degli impianti termici. Una nuova regolamentazione per gli impianti alimentati col gas naturale che pone anche il massimo delle temperature programmabili.

Roberto Cingolani, ministro della Transizione Ecologica del Governo Draghi ha decretato che per la stagione invernale 2022-2023 l’accensione sarà ritardata e l’utilizzo giornaliero ridotto.

Una misura necessaria per ridurre il consumo del gas e del teleriscaldamento, considerato la crescita esponenziale delcosto delle materie prime nell’ultimo periodo.

Una situazione che, tra l’altro, hanno obbligato le amministrazioni pubbliche Regionali e locali a prendere drastici provvedimenti. Se da un lato il sindaco di Torino, Lorusso, sta valutando la diminuzione dell’illuminazione pubblica -con annesso spegnimento anche della Mole Antonelliana – sembrano trovare conferme nuovi provvedimento della giunta Cirio. Ai dipendenti regionali verrà consentito di fare il ponte in prossimità delle prossime festività e si sta valutando la chiusura degli uffici nel periodo di Natale.

Riscaldamento: Italia divisa in fasce

Il piano di riduzione dei consumi firmato a Montecitorio prevede un diverso utilizzo degli impianti di riscaldamento a secondo della posizione geografiche.

Ecco la suddivisione per zone geografiche:

  • A (Lampedusa, Porto Empedocle)
  • B (Agrigento, Reggio Calabria, Messina e Trapani)
  • C (Napoli, Imperia, Cagliari, gran parte della Puglia)
  • D (Firenze, Foggia, Roma, Ancona, Oristano e comunque buona parte di Toscana, Umbria, Lazio, Campania)
  • E (Aosta, Torino, Milano, Bologna, tutta la pianura padana, il nord, la dorsale appenninica, l’Aquila e la Basilicata)
  • F (Belluno, Cuneo e i comuni dell’arco alpino)

Orario di accensione e utilizzo giornaliero per zone:

  • A: 8 dicembre al 7 marzo per 5 ore giornaliere.
  • B: 8 dicembre al 23 marzo per 7 ore
  • C: dal 22 novembre al 23 marzo per 9 ore.
  • D dall’8 novembre al 7 aprile per 11 ore
  • E dal 22 ottobre al 7 aprile per 13 ore al giorno.
  • F non c’è nessuna limitazione.

Insomma, rispetto agli anni precedenti in Piemonte i termosifoni verranno accesi 15 giorni e ogni giorno si spegnerà un’ora prima. Un’azione dopo per risparmiare oltre 5, 3 metri cubi di gas

31328

Related Articles

31328
Back to top button
Close
Close