Territorio

Ospedale Martini Torino: il presidio di riferimento dell’area sud-ovest

607
Tempo di lettura: 3 minuti

L’ospedale Martini di Torino si trova in via Tofane 71, zona Pozzo Strada, ed è il presidio di riferimento per l’intera area sud-ovest della città. Dispone di 209 posti letto di ricovero ordinario e 20 posti riservati al day hospital o day surgery. Nel 2021 è stato riconvertito parzialmente in Covid-hospital, con la chiusura del Pronto Soccorso per far fronte all’emergenza epidemiologica.

Enrico Martini: il medico che ha cambiato radicalmente l’assistenza sanitaria pubblica

L’ospedale Martini prende il nome dal medico che contribuì alla sua fondazione nel 1970: Enrico Martini.

Nato in un piccolo paesino del Monferrato, dopo gli studi in Medicina e Chirurgia nel 1908 ottenne la docenza in Patologia Chirurgica e iniziò a lavorare negli ospedali torinesi.

In quel periodo Torino si trovava nel pieno della sua trasformazione: da città essenzialmente agricola divenne in breve tempo la capitale industriale più importante di Italia. Interi nuclei familiari si trasferirono in città per lavorare nelle fabbriche e portarono con sé nuovi bisogni collettivi.

Nel mezzo del fermento tecnologico emersero anche i primi incidenti e infortuni sul lavoro, ma il sistema ospedaliero cittadino non riusciva a reggere i ritmi. Gli ospedali della città, infatti, erano stati concepiti per la degenza e la cura di malattie specifiche, ma non per i casi di pronto soccorso immediato.

Fu così che a Enrico Martini venne l’idea di istituire un’Astanteria, cioè un luogo di soccorso provvisorio in attesa di ricovero. Il sindaco di Torino approvò il progetto di Martini prendendosi carico delle spese di degenza dei malati.

I costi di costruzione dell’ospedale, invece, se li sobbarcò lo stesso professor Martini che dal 1911 ne divenne direttore generale.

L’Astanteria Martini: il primo pronto soccorso di Torino

Diversamente dai tradizionali nosocomi con lunghi corridoi, l’Astanteria – sorta in corso Ferrucci – era stata concepita come struttura a padiglioni distinti che separavano i reparti dagli uffici amministrativi.

Disponeva, inoltre, di 3 sale per il primo soccorso e l’intervento chirurgico d’urgenza: una vera e propria rivoluzione per il sistema sanitario dell’epoca. Vi erano poi due padiglioni con posti letto riservati ai malati gravi e un ambiente per i poveri assistiti dalla municipalità.

L’inaugurazione del Martini-ospedale avvenne il 22 novembre 1911 e per molti anni rimase punto di riferimento sanitario dell’eccellenza. Purtroppo tra il 1942 e il 1943 subì una serie di bombardamenti che gli causarono ingenti danni, al punto da richiedere l’abbattimento dell’edificio.

Nel 1923 il professor Martini sovvenzionò un’altra struttura per l’assistenza sanitaria in via Cigna: l’Astanteria Municipale Martini. In disuso dal 1997, oggi come oggi è ancora in attesa di trovare una destinazione. A prendere il suo posto come ospedale di riferimento della zona sarà il Giovanni Bosco costruito nel 1961 e battezzato inizialmente come Nuova Astanteria Martini.

La struttura sanitaria che sorge oggi in via Tofane, invece, è conosciuta ai più come Martini Nuovo ed è stata costruita nel 1970 a ricordo dell’Astanteria abbattuta in periodo di guerra e dell’ideatore del pronto soccorso in città, Enrico Martini.

Martini Torino: il presidio ospedaliero della circoscrizione 3

L’ospedale Martini di Torino si presenta oggi come una struttura multipiano in cui coesistono servizi DEA e pronto soccorso, e reparti di ricovero e degenza. Fornisce assistenza a tutti coloro che soffrono di patologie in fase acuta o post acuta che non possono essere trattate tramite servizi territoriali.

Durante il periodo pandemico l’ospedale ha aperto diverse aree dedicate alla cura di pazienti affetti da Coronavirus, creando 115 posti letto, di cui 15 in rianimazione, 20 in terapia intensiva e 4 reparti a media intensità. Mentre il servizio di Pronto Soccorso è stato temporaneamente sospeso per far fronte all’emergenza.

Il 20 luglio 2021 c’è stata l’inaugurazione del nuovo P. S. dell’Ospedale Martini di Torino, completamente rivisto dopo la chiusura temporanea. Gli spazi sono stati riorganizzati seguendo i modelli di triage più aggiornati.

Tra gli interventi effettuati:

  • separazione dell’area emergenze dalla zona di osservazione e trattamento rapido per pazienti senza criticità
  • introduzione di un’area di pre-triage esterna e divisione dei percorsi per pazienti Covid e non-Covid
  • apertura di un’area covid con impianti di erogazione di ossigeno e attrezzature specifiche per contrastare il virus
  • realizzazione di percorsi riservati per determinate categorie di pazienti fragili nel rispetto della privacy
  • umanizzazione degli spazi e apertura di nuove finestre per favorire il contatto con l’ambiente esterno
  • upgrade tecnologico ed informatico con sistemi di ultima generazione
  • un’installazione artistica in Sala d’Attesa che ha visto la partecipazione attiva di tutto il personale

Oggi l’osp Martini è senza dubbio un punto di riferimento di assoluta importanza non solo per il quartiere, ma l’intera città di Torino.

Le aree specialistiche dell’Ospedale Martini Torino

L’Ospedale Martini assicura l’attività Pronto Soccorso h24 e di ricovero nei seguenti Dipartimenti Sanitari: Dipartimento di Medicina, Dipartimento di Chirurgia, Dipartimento di Emergenza ed Area Critica, Dipartimento dei Servizi Diagnostici. I reparti presenti sono:

  • Allergologia
  • Anatomia Patologica
  • Cardiologia
  • Unità Coronarica – Unità Intensiva Cardiologica
  • Chirurgia Generale
  • Gastroenterologia
  • Ginecologia e Ostetricia
  • Urologia e Andrologia
  • Medicina Interna – Generale
  • Nefrologia
  • Neonatologia
  • Neurologia, Neurologia D’urgenza e Stroke Unit
  • Odontoiatria e Stomatologia
  • Oncologia
  • Ortopedia e Traumatologia
  • Riabilitazione Ortopedica
  • Otorinolaringoiatria
  • Pediatria
  • Pneumologia
  • Psichiatria e Psicologia
  • Neuropsichiatria Infantile
  • Radiologia e Diagnostica Per Immagini
  • Terapia Intensiva

Info utili

Ospedale Martini Torino prenotazioni

Per prenotare visite ed esami specialistici, contattare il Call Center Regionale: 800.000.500 (numero verde gratuito)

Orari: dal lunedì alla domenica (escluse le festività nazionali), dalle ore 8 alle ore 20

607

Related Articles

607
Back to top button
Close
Close