Territorio

400 nuovi stalli e portabici a Torino

770
Tempo di lettura: < 1 minuto

Saranno collocati in questi giorni altri 400 archetti metallici per i mezzi a 2 ruote in città. Non solo per le biciclette , ma anche monopattini elettrici.

Continua il posizionamenti da parte di Palazzo Civico dei punti dove parcheggiare in sicurezza i vari velocipedi, luoghi di sosta voluti a gran voce dalle Circoscrizioni di Torino. Una richiesta per trovare una soluzione ai tanti mezzi troppo spesso parcheggiati, con non curanza, in mezzo ai marciapiedi. Fastidiosi ostacoli per i pedoni che spesso diventano difficoltà insormontabili per chi è costretto a muoversi su una carrozzina.

Un progetto, quello degli stalli da parcheggio, avviato nel 2020 e proseguito nel 2021 e che da un lato prevede il collocamento dei portabici, dall’altro il collocamento delle postazioni per il bike sharing.

Palazzo Civico ha identificato, infatti, 1000 nuove postazioni per il parcheggio dei mezzi a ruote, di cui 100 nel centro storico. Ad oggi, del numero totale ne sono già stati posizionati 600.

Anche per quello che riguarda gli stalli per il posizionamento delle bici e del monopattino in condivisione il Comune ha fatto dei passi in avanti. Sono previsti 250 stalli , di cui 50 nel centro e gli altri 200 divisi nei vari quartieri della città.

Ognuna delle aree previste saranno in grado di ospitare:

  • 4 piccoli archi metallici
  • un’area per i monopattini
  • 2 spazi laterali per gli scooter a motore

Ad oggi delle 250 postazioni previste ne sono state create solo un quinto, ma i lavori stanno proseguendo.

Anzi, sembrerebbe che sia il numero degli stalli, sia quelli dei porta bici, sia per i monopattini siano destinati ad aumentare. Nelle prossime settimane dovrebbero essere previsti degli incontri tra Palazzo Civico e le 8 Circoscrizioni cittadine per fare il punto della situazione su quanto fatto e cercare nuovi spazi idonei.

770

Related Articles

770
Back to top button
Close
Close