Articoli HPTerritorio

Torino, i consumi salgono durante le festività di Pasqua

471
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le festività di Pasqua si avvicinano e la Città di Torino può sorridere per i consumi in aumento dopo due anni durissimi.

La pandemia, soprattutto per le restrizioni governative, non ha permesso ai cittadini di godersi le ultime festività pasquali, ma adesso con la fine dello stato di emergenza tutti potranno godersi questa festa con amici e parenti.

Il primo settore in crescita è il turismo, che fa segnare una grande percentuale di camere d’albergo occupate, oltre il 70%. Nella Città della Mole, tuttavia, sono arrivati anche striscioni delle associazioni vegane per il consumo sostenibile di carne animale.

A non sorridere sarà il meteo, con previsioni piovose nel weekend di pasqua.

I consumi sono in risalita per la festa di Pasqua a Torino: i dettagli

ASCOM e Confesercenti Torino esultano per l’aumento dei consumi per le celebrazioni pasquali nel capoluogo piemontese. Un entusiasmo tuttavia frenato dal conflitto russo-ucraino che ha portato a un rincaro dei prezzi delle materie prime.

Tuttavia i torinesi comprano di più, con pasticceria e gastronomia di elevata qualità che hanno segnato fatturati in crescita tra il 10 e il 15% rispetto allo scorso anno. Vendita di carne in calo, anche per il caro prezzi, con un fatturato che segna un meno 5%.

Il settore ristorativo, costretto alla chiusura negli ultimi due anni, fa segnare il tutto esaurito in quasi tutti i locali per il giorni del ponte.

Alberghi e Musei sorridono, con le occupazioni delle camere e i posti prenotati nelel gallerie quasi del tutto esauriti.

471

Related Articles

471
Back to top button
Close
Close