Cronaca di Torino

Piemonte, stimato l’arrivo di 70 mila profughi ucraini nel territorio piemontese

999
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Piemonte ha subito mosso ingenti aiuti per il popolo ucraino, e la stima di quanti profughi ucraini potranno arrivare in Piemonte cresce col passare dei giorni.

Una maratona che ha visto inviare diverse derrate alimentari, anche da parte dei Vigili Urbani, oltre a diverse iniziative e proposte.

Oltre 1500 famiglie, inoltre, si sono rese disponibili ad accogliere chi scappa dalla guerra. Tuttavia la Regione sta studiando un piano per riaprire l’hub del Parco del Valentino per accogliere i rifugiati di guerra.

L’Ospedale Regina Margherita, con l’aiuto della Protezione Civile, ha prelevato 14 ragazzini malati di cancro dalle zone del conflitto e gli ha portato nella struttura piemontese per curarli.

Il Piemonte è pronto ad ospitare 70 mila profughi ucraini: i dettagli

La Regione Piemonte sin dallo scoppio della guerra ha mostrato grande vicinanza al popolo ucraino, ma la stima dei profughi diretta in regione cresce col passare dei giorni.

Dario Arrigotti, console onorario dell’Ucraina, prevede che il Piemonte possa accogliere 70 mila profughi di guerra. La scorsa settimana, infatti, erano 28 mila i profughi entrati in regione, con il numero destinato a crescere.

Il calcolo della stima è fatto sulla previsione di 7 milioni di ucraini in fuga, con il Piemonte che occuperebbe l’1% della ripartizione europea.

Tuttavia la stima non tiene conto delle comunità già presenti in Italia, che potrebbero ridistribuire in maniera diverse chi scappa dal conflitto.

999

Related Articles

999
Back to top button
Close
Close