Articoli HPEventi

Effetto Eurovision a Torino: gli appassionati arriveranno da tutto il mondo

1279
Tempo di lettura: < 1 minuto

Mancano meno di 100 giorni all’Eurovision, 76 per l’esattezza, ma a Torino la febbre per il grande evento musicale è ben palpabile.

L’effetto per la rassegna è ben visibile, soprattutto per le prenotazioni alberghiere, schizzate subito su sin dopo l’annuncio della città ospitante.

Proprio sugli alberghi si è giocata una delle più aspre partite dell’evento. Infatti in molti hanno lamentato prezzi troppo alti per i giorni della manifestazione (10-12-14 maggio). Federalberghi Piemonte, tuttavia, non solo ha difeso la categoria, sostenendo che i prezzi siano in linea col mercato, ma ha anche attaccato il Comune per non avere aperto un dialogo con gli hotel per l’evento, oltre a non aver dato comunicazioni ufficiali sulla rassegna musicale.

Diatribe a parte, la città si sta preparando per accogliere i migliori artisti di Europa, con il duo Blanco-Mahmood che rappresenteranno l’Italia.

L’Eurovision di Torino si prepara al grande evento: i dettagli

La città della Mole si prepara ad accogliere il grande evento dell’Eurovision Song Contest 2022 e spera in un assist del Governo. Infatti dopo il 31 marzo il green pass potrebbe non essere necessario in albergo, oltre a una quarantena non più necessaria per chi viene dall’estero.

Una notizia, quest’ultima, che fa sorridere gli albergatori e gli affittacamere: infatti, al momento dell’annuncio di Torino come città ospitante le prenotazioni su Airbnb sono schizzate alle stelle, con utenti provenienti da 39 nazioni diverse nei giorni di gara, col picco nel giorno della finale, il 14 maggio. Spagna, Francia e Inghilterra sono i paesi col maggiore numero di prenotazione in queste date.

La stessa Airbnb sostiene che le previsioni del 2022, in termini di turismo, possono essere superiori persino al 2019, ultimo anno prima della pandemia.

1279

Related Articles

1279
Back to top button
Close
Close