Articoli HPEventi

Torino, gli hotel contro il Comune: “non ci hanno informati sull’Eurovision”

1493
Tempo di lettura: < 1 minuto

A meno di 100 giorni dall’inizio dell’Eurovision, Torino si prepara al grande evento, ma i gestori degli hotel si scagliano contro il Comune.

Gli albergatori del capoluogo piemontese lamentano una mancanza di comunicazione da parte del Palazzo del Città per quanto concerne l’evento.

Una polemica che segue il caro prezzo delle camere d’albergo, che nelle settimane scorse ha scatenato i social. I titolari delle strutture alberghiere hanno difeso la loro scelta, definendola fisiologica, lamentando l’assenza del Comune nel coinvolgimento della macchina organizzativa.

Una diatriba che arriva nei giorni che hanno proiettato la Città della Mole ufficialmente come la città ospitante dell’Eurovision. Il 25 gennaio scorso il sindaco Lo Russo ha raccolto il testimone di Rotterdam, mentre nella prima serata del Festival della Canzone Italiana di Sanremo ha ufficializzato il trio di conduttori.

I gestori degli hotel di Torino contro il Comune per la gestione dell’Eurovision: i dettagli

Dal 10 al 14 maggio la città di Torino ospiterà il meglio della musica europea in una grandissima vetrina per la città. Tuttavia gli alberghi, accusati nelle scorse settimane di aver gonfiato i prezzi, accusano il Comune di assenza.

Fabio Borio, presidente di FederAlberghi Torino, ha dichiarato che Palazzo di Città non ha mandato alcuna segnalazione agli hotel sulle date dell’evento. I gestori alberghieri hanno compreso le date dell’Eurivision seguendo il flusso maggiorato di prenotazioni.

Un traffico che ha portato i prezzi a salire, anche fino a 2 mila euro per notte per una doppia, ma FederAlberghi difende la scelta. Viene sottolineato come ogni anno gli hotel debbano comunicare tariffe minime e massime, e se la cifra rientra nei parametri il problema non sussiste.

Inoltre, alle strutture è stato chiesto uno sforzo per far alloggiare le delegazioni, comportando annullamenti di prenotazioni per i privati turisti.

Una gestione definita rivedibile, soprattutto perché un evento del genere richiede anche una collaborazione del mercato alberghiero.

Anche i commerciati rappresentati da Asscom hanno denunciato l’assenza dal tavolo del piano tecnico per quanto concerne l’evento.

1493

Related Articles

1493
Back to top button
Close
Close