Articoli HPTerritorio

Torino, ancora effetto Eurovision: esplodono le tariffe degli alberghi

794
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino l’effetto Eurovision con l’avvicinarsi del grande evento torna a farsi sentire e le tariffe degli alberghi e delle camere esplodono.

Ormai tutti gli albergatori di Torino rispondono la stessa cosa a chi telefona sperando in una sistemazione: “nessuna disponibilità per la seconda settimana di maggio”. I fatidici 7 giorni in cui gli occhi del mondo saranno puntati sulla Città della Mole.

Anche navigando per il web non si ottengono risultati a prezzi accessibili. Alzando di molto il budget qualcosa si riesce a trovare, ma anche in questo caso l’86% delle strutture risultano già al completo.

E i pochi posti disponibili non si sa quanto possano durare. Ieri sul sito di Combo Torino non c’era disponibilità.

Provando su Booking.com si trova un singolo posto letto per la notte di sabato 14 maggio. Una notte da 150 euro, praticamente 5 volte il doppio del sabato precedente.

E rimane di gran lunga la soluzione più economica in tutta la città.

A Torino l’effetto Eurovision fa esplodere le tariffe di camere e alberghi: tutti i dettagli

I prezzi degli alberghi per una doppia variano dai 500 ai 5 mila euro. Stesso discorso per gli appartamenti, oltre 1000 euro a notte per 25 metri quadrati.

Spostandosi dal weekend all’intera settimana, la disponibilità di posti aumenta, ma i prezzi non scendono. 1200 euro per una settimana, con bagno esterno inoltre.

3600 euro per una settimana in un monolocale di corso Vanchiglia di 20 metri quadrati e la stessa metratura in centro città raggiunge gli 8 mila euro.

Secondo le stime, per la settimana 9-15 maggio il prezzo medio giornaliero risulta essere di 775 euro, mentre per le altre settimane di maggio si scende ad appena 103 euro.

Insomma, ben venga il sold-out per gli alberghi, soprattutto in questo periodo di emergenza, ma la situazione avrebbe potuta essere gestita in modo diverso.

Le strutture alberghiere hanno subito infatti una vera e propria ondata di prenotazioni senza che fossero preparate a gestirla.

Il saperlo con anticipo avrebbe permesso agli alberghi di ottimizzare gli sforzi che la città fa per accogliere i grandi eventi di questo tipo.

Ad esempio, soddisfando le richieste di periodi più lunghi come quelli previsti per le delegazioni del contest.

Al momento la situazione è stabile, ma per quanto reggerà ancora l’ondata di prenotazioni?

794

Related Articles

794
Back to top button
Close
Close