Articoli HPTerritorio

Torino, il 2021 l’anno della rinascita dei musei

988
Tempo di lettura: 2 minuti

Un incremento esponenziale delle visite per tutto il 2021, si spera che la tendenza prosegua con l’anno nuovo

Il 2021 è l’anno che ha segnato la rinascita dei musei dei Torino.

Complice un primo tentativo di ritorno alla normalità, i numeri mostrano un incremento dei visitatori nei musei del capoluogo piemontese.

Il Museo Egizio ha raggiunto quasi 400mila visitatori nel 2021, 1500 al giorno contando gli effettivi giorni di apertura.

Nell’anno dello scoppio della Pandemia erano stati la metà, circa 241mila, equamente distribuiti su sei mesi.

Ma le grandi sorprese sono arrivate soprattutto ad agosto e a ottobre con 50mila visitatori e 60mila a novembre.

Ciò nonostante, l’entrata in vigore del Green pass dai primi di agosto non ha penalizzato gli ingressi al museo.

Mentre per quanto riguarda le vacanze natalizie, tra il 26 e il 31 sono state registrate 16.315 visite all’Egizio.

I nuovi progetti espositivi e il rinnovamento dell’esposizione permanente hanno sicuramente aiutato l’immagine del museo.

A giugno la Consulta per i beni artistici e culturali aveva finanziato in parte la nuova sala chiamata “Alla ricerca della vita”.

Il tutto nel mentre l’egizio si imponeva anche sui social network, con crescite su tutte le piattaforme e nuovi successi grazie al Virtual Tour che permette di visitare il museo da remoto.

Ovviamente non possiamo escludere episodi mediatici che in particolare hanno messo in mostra sui social il Museo Egizio.

Come la canzone degli Eugenio in Via di Gioia, gruppo torinese che proponendo una sigla per gli Eurovision a Torino aveva lanciato un appello all’influencer Chiara Ferragni, chiedendole di venire proprio al Museo Egizio.

La richiesta venne infine accolta, e l’imprenditrice cremonese arrivò a Torino per visitare la realtà museale.

Ma il ritorno dei visitatori nel mondo della cultura ha interessato anche altre realtà museali cittadine.

Nonostante i mesi di chiusura, gli orari ridotti e gli ingressi contingentati, la Fondazione Torino Musei ha registrato un aumento del 20%.

Gam, Mao e Palazzo Madama insieme hanno avuto nel complesso 241.498 visite in 221 giorni, quasi mille al giorno.

Nel dettaglio 84.711 al GAM, 54.863 al Mao e 101.924 a Palazzo Madama.

Allo stesso anche l’accordo tra il consorzio delle Residenze Reali Sabaude e la Fondazione Torino Museo ha avuto un peso importante nella rinascita della cultura e del mondo dell’arte.

Ottimi risultati anche dalla Venaria Reale che, grazie alle mostre e agli eventi dell’ultimo anno ha contato 172.911 visitatori in 237 giorni di apertura.

L’andamento positivo dei musei di Torino nel 2021 è confermato anche dalle vacanze di Natale, con numeri che sembrano mantenere una tendenza che si spera possa consolidarsi anche nel 2022.

988

Related Articles

988
Back to top button
Close
Close