Articoli HPEventi

Torino, al via ieri le festività natalizie 2021

1635
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino le festività natalizie hanno finalmente avuto inizio. Ieri l’albero di Natale in piazza Vittorio, che tanto aveva fatto discutere, ha preso vita, coprendosi di luci e colori.

Nonostante le polemiche, i torinesi presenti erano numerosi e tutti hanno immortalato con i propri cellulari il momento.

Così, le festività natalizie del 2021 hanno ufficialmente avuto inizio, battezzate anche dalla prima nevicata della stagione.

Un’ombra grava però sul clima festoso: la pandemia è ancora qui.

Sotto il palco di piazza Vittorio, tra i bambini che ballavano e si dimenavano a tempo di musica, c’erano anche gli agenti di polizia col compito di effettuare i controlli.

E subito tutti i dissidenti a mascherina abbassata si sono affrettati a rialzarla a coprire anche il naso.

Altro indizio della presenza della pandemia, le macchine dei vigili, che fendevano la folla in via Garibaldi. L’intento è chiaro: cercare di evitare tutti gli assembramenti.

Qualcuno dei passanti si è anche preso la multa. 400 euro, che però diventano 280 se si paga subito. In unico turno, dalle 13 alle 20, sono state date due sanzioni.

A ben vedere però, nella via decine di persone passeggiavano spensierate senza mascherina.

A Torino iniziano le festività natalizie: tutti i dettagli

Anche lo shopping natalizio fatica ad ingranare.

I negozi delle vie del centro a metà pomeriggio erano ancora vuoti. A essere frequentati sono stati soprattutto Lego in via Roma, la Apple, lo Juventus Store e la Rinascente.

Grande movimento invece davanti alle farmacie. Lunghe file non solo per comprare farmaci, ma soprattutto per sottoporsi ai tamponi rapidi. E la situazione è la stessa davanti a ogni gazebo con la scritta “tamponi”.

In piazza Vittorio poi, oltre all’albero della discordia, ad attirare la folla è stato anche il grande calendario dell’Avvento. Ogni giorno i vigili del fuoco apriranno una casellina, per la gioia di grandi e piccini.

Grande novità di quest’anno il videomapping su Palazzo Reale: la facciata dell’edificio prende vita, come se fosse davvero abitato da principesse e fate.

Le finestre si animano ogni cinque o dieci minuti nei giorni feriali, da quando scende il buio alle 17 per poi tornare del colore originale a mezzanotte. Come nella fiaba di Cenerentola.

Piazza Carlo Felice poi è animata da alberi luminosi, dedicati a chi arriva da Porta Nuova e procede verso via Roma, dove spiccano le Costellazioni delle Luci d’Artista.

Ma tra tutte queste luci, qualche ombra c’è. Non solo la pandemia, con il grande display luminoso in Piazza Castello a indicare le inoculazioni effettuate finora, quasi come un monito.

Ci sono anche i clochard, che muoiono di freddo sotto mucchi di coperte sotto i portici del Regio, impossibili da ignorare e soprattutto da dimenticare.

1635

Related Articles

1635
Back to top button
Close
Close