Articoli HPEventi

Torino, a breve l’accensione dell’albero di Natale

1838
Tempo di lettura: < 1 minuto

In piazza Vittorio l’abete di Natale sintetico riporterà lo spirito natalizio in centro

Torino è pronta a inaugurare l’accensione dell’albero di Natale.

L’abete sintetico di piazza Vittorio, infatti, vedrà accendersi le sue luci nella serata di domani, in occasione della festa dell’Immacolata.

Parliamo di un enorme cono di erba sintetica alto 22 metri e largo 8, ricoperto da 35mila led che andranno a costituire il gioco di luci natalizio.

Come decorazioni presenterà delle ghirlande a forma di romba più una stella in cima che illuminerà piazza Vittorio Veneto fino al 6 gennaio.

Nonostante manchi un giorno all’accensione, i pareri dei cittadini di Torino sull’albero di Natale sono già discordanti.

In molti infatti sui social non si sono tirati indietro da criticarne l’apparenza, mentre c’è chi ancora aspetta di vederlo a luci accesse.

Di fronte alla disapprovazione riscontrata negli ultimi giorni, l’ex assessore Antonio Iaria ha dichiarato che la scelta di questo albero era stata determinata dalle poche proposte manifestate.

L’albero di Natale che per anni aveva incantato cittadini e turisti in piazza San Carlo, quest’anno non i sarà più-.

Per scongiurare la formazione di assembramenti è stato spostato in piazza Vittorio Veneto insieme anche al Calendario dell’Avvento di Emanuele Luzzati, per il quale i vigli del Fuoco apriranno una casella ogni sera.

Insieme all’albero anche il presepe

Ai piedi del Duomo del Torino è stato allestito un presepe monumentale della Basilicata.

L’opera è il frutto del lavoro del maestro presepista Franco Artese e avrà la sua inaugurazione domani in giornata.

Il presepe sarà un omaggio alla città di Matera.

Al suo interno ci saranno personaggi come Giuseppe Cottolengo, Pieri Giorgio Frassati, Giovanni Bosco e Domenico Savio.

Il lavoro di artese rappresenta uno dei capolavori d’arte dedicati alla Natività più preziosi del Paese.

Simbolo di umanità e portatore di pace e speranza, si spera che il presepe possa portare, insieme all’albero di Natale, le festività che Torino merita e di cui ha bisogno.

1838

Related Articles

1838
Back to top button
Close
Close