Articoli HPInnovazione

Economia, Torino vuole diventare un incubatore per le startup del gaming

966
Tempo di lettura: < 1 minuto

La città di Torino è sempre più il centro dell’innovazione tecnologica e sociale, e adesso mira a diventare un incubatore per le startup del gaming.

La Città della Mole è diventata da tempo un punto di riferimento per le startup, soprattutto in campo tecnologico, con diversi investimenti. Molte imprese stanno scegliendo il capoluogo piemontese per sviluppare le loro imprese neonate.

L’ultima frontiera per le nuove aziende è quella del gaming, mercato sempre crescente e sempre più ricco. L’industria del videogioco è sempre più redditizia, soprattutto tra i più giovani creando indotti da capogiro, crescendo anche durante i mesi della pandemia.

Le sfide col joypad hanno dato vita agli eSports, sempre più seguiti anche in TV e che vantano montepremi degni delle migliori rassegne sportive.

Questa attenzione al mercato dell’intrattenimento virtuale ha portato molte startup a sviluppare nuovi sistemi di gioco e di intrattenimento.

Torino vuole essere l’incubatore delle startup del gaming: i dettagli

Microsoft vuole investire concretamente in Torino, e dal prossimo 6 dicembre alle Ogr Tech potrebbe formalizzare un piano di investimento.

Il colosso statunitense vuole investire sempre più negli investimenti riguardanti l’intrattenimento 4.0, ossia i videogiochi. Microsoft ha lanciato da diversi anni sul mercato la propria consolle, l’Xbox, ma il mercato continua a crescere ed evolversi e gli investimenti sono una parte essenziale dell’economia.

Sta per partire il programma Quickload che vuole investire in tutto ciò che può migliorare l’esperienza finale nel mondo del gaming. Lo scopo è quello di supportare le aziende nascenti al fine di trasformarle in realtà consolidate nel settore dell’intrattenimento videoluco.

Inoltre attraverso id@Xbox gli indie developer (ossia gli sviluppatori indipendenti) potranno essere sovvenzionati con 100 mila dollari.

L’industria del videogioco porta indotti vicini ai 2 miliardi di dollari, e durante la pandemia è cresciuta del 21% in Italia.

Torino sta diventando un hub sempre più rilevante per queste aziende grazie a un sistema industriale ben radicato in città. A favorire la Città della Mole ha contribuito anche l’apporto vitale del Politecnico di Torino, realtà sempre più influente nell’industria torinese.

966

Related Articles

966
Back to top button
Close
Close