Articoli HPSanitàTerritorio

Torino, un trapianto di cuore storico al Le Molinette: l’organo è arrivato dalla Romania

2120
Tempo di lettura: < 1 minuto

All’ospedale Le Molinette di Torino è andato in scena un trapianto di cuore storico, con l’organo che è arrivato dalla regione della Transilvania, in Romania.

Un viaggio lungo 1400 chilometri per salvare la vita ad un uomo di 41 anni, che dopo l’operazione sta molto bene.

Non è la prima volta che Le Molinette si rende protagonista di interventi chirurgici all’avanguardia. Infatti lo scorso marzo un trapianto miracoloso di fegato ha salvato la vita a un bambino di soli tre anni.

La struttura è una vera e propria eccellenza nel territorio, piazzandosi al quindicesimo posto nella classifica dei migliori ospedali italiani.

Al Le Molinette di Torino un trapianto con un cuore arrivato dalla Romania: i dettagli

Mauro Rinaldi, chirurgo del Centro Trapianti di Cuore del Le Molinette, ha trapiantato nel petto di un 41enne un cuore proveniente dalla Transilvania.

Un’operazione da record, con il paziente curato ad appena due ore dall’ingresso nella lista d’attesa dei ricevitori di organi. L’uomo era tenuto in vita da un ECMO, un dispositivo di circolazione extracorporea.

Il paziente era afflitto da una grave miocardiopatia fulminante, che ha iniziato a manifestarsi nello scorso mese di agosto.

L’uomo, nel giorno del trapianto, è stato trasferito a Torino dall’ospedale San Martino di Genova, dove aveva ricevuto un sistema di assistenza cardiocircolatoria e respiratoria, rivelatosi però inutile al fine della terapia.

I medici liguri hanno subito richiesto per lui l’ingresso nella lista dei trapianti di emergenza. A due ore dall’arrivo dell’ospite in Piemonte è arrivato l’annuncio di un cuore compatibile, sito però in Romania.

Il Coordinamento Regionale Trapianti del Piemonte e il Centro Nazionale Trapianti di Roma, oltre a una squadra di Cardiochirurgia delle Molinette è partita con un volo dedicato in Transilvania per prelevare il cuore.

La conferma della compatibilità è arrivata nella notte, con il paziente italiano operato d’urgenza. A quattro ore e mezza dall’inizio dell’operazione il nuovo cuore ha preso a battere.

Il paziente è ora ricoverato in Cardio-Rianimazione ma sta bene e presto sarà trasferito in reparto.

2120

Related Articles

2120
Back to top button
Close
Close