ArteArticoli HP

Apre “ToomulTO”, la mostra fotografica con gli scatti di Valerio Minato

985
Tempo di lettura: 2 minuti

Apre a Torino “ToomulTO”, una nuova mostra fotografica, che si distingue per le sue particolari caratteristiche.

Si tratta di un’esposizione piuttosto innovativa, che nasce dall’incontro tra gli scatti di Valerio Minato e tredici street artist torinesi. Una collaborazione di grande prestigio, tra uno dei più grandi fotografi della nostra città e gli artisti di strada del capoluogo piemontese, che hanno un seguito a livello nazionale e internazionale.

La mostra apre il 20 luglio all’Innovation Square Center di Mirafiori ed è disponibile per oltre due mesi, fino al 30 settembre. Qui è possibile ammirare delle istantanee inedite del fotografo Valerio Minato, rivisti mediante il dialogo con ogni singolo artista.

Una sorta di creazione in team, per risaltare l’evoluzione di Torino nell’ultimo ventennio, che ha vissuto, come ha sottolineato il fotografo, un appiattimento borghese. L’idea è quella di incentivare questa inversione culturale e di tendenza, che sta già avvenendo e che può essere ulteriormente incoraggiata per amplificarne gli effetti.

Con tutte le iniziative dedicate alla street art, infatti, Torino si configura come un laboratorio a livello nazionale per queste iniziative. Un centro attivo, che raccoglie progetti locali e nazionali e che li valorizza attraverso le caratteristiche proprie della città e l’intraprendenza degli esponenti di questo movimento.

Palazzo Nuovo e Mole Antonelliana modificata con graffiti

Gli obiettivi di ToomulTO

ToomulTO ha l’obiettivo di sostenere la creatività torinese, per portare in qualsiasi ambiente, interno ed esterno (case, studi, uffici, ma anche gallerie e spazi all’aperto) l’estro della street art nostrana. 
Dal punto di vista culturale, questo progetto si pone come fine ultimo quello di legare la solidarietà umanitaria laica e cristiana (di cui non mancano esempi nel mondo torinese, come Don Bosco) e la cultura della strada.

Oltre alla collaborazione dell’associazione culturale “Il cerchio e le gocce” e dell’agenzia Feelthebeat, ToomulTO gode del patrocinio della Città di Torino e del sostegno della Fondazione Pudens Onlus. L’intento è quello di sottolineare come le difficoltà economiche e sociali di siano acuite ulteriormente con lo scoppio della pandemia. L’emergenza sanitaria è stata ancora più determinante per rendere più difficili le condizioni del contesto urbano. Urge mobilitarsi per venire incontro alle esigenze di chi vive situazioni difficili.

A tal proposito la mostra mira a raccogliere donazioni per garantire 14mila pasti all’anno, da destinare alle mense di Villa Pellizzari e Casa Betania. Una mostra che racchiude in sé tanti obiettivi lodevoli, tra i quali quello di fornire un sostegno concreto alla Caritas Diocesana.

(Foto tratta da www.arte.it)

985

Related Articles

985
Back to top button
Close
Close