Articoli HPTerritorio

L’ex stabilimento GFT a Settimo diventa un polo sportivo e commerciale

8632
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo anni di abbandono e incertezza c’è una nuova vita per l’ex stabilimento GFT a Settimo Torinese: diverrà un polo commerciale e sportivo.

Malgrado la pandemia l’Hinterland torinese cresce sosta, e i collegamenti verso la città della Mole continua a crescere.

L’intero stabilimento ha visto susseguirsi diverse aziende che hanno provato a mantenere vivo il polo industriale, senza successo però.

Il polo è nato negli anni sessanta da un ambizioso sogno della famiglia Rivetti, che ha creato il Gruppo Finanziario Tessile.

Negli anni successivi si sono susseguiti diversi capi di altissima manifattura, fino alla cessione del gruppo a diverse cordate, tra cui anche quella del Gruppo Armani.

Dopo anni di oblio e abbandono è arrivata in questi mesi la svolta per la salvezza e la riqualifica dello storico stabilimento.

La nuova vita dell’ex stabilimento GFT di Settimo Torinese: i dettagli

Lo stabilimento ha un’area di circa settanta mila metri quadri, e si poggia sulla più alta parete in roccia del Nord Italia.

La giunta del comune di Settimo Torinese ha approvato in questi giorni il progetto, che costituirà il corridoio industriale di questa zona del paese.

I curatori del progetto hanno ribattezzato questa iniziativa “Alta Produttività”, ed oltre allo storico polo commerciale creerà un complesso sportivo.

Un piano che ha già attirato le attenzioni dei maggiori colossi industriali, anche le Major della comunicazione tengono di vista questo corridoio industriale.

Alta Produttività verrà sviluppata in parallelo con la linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Milano.

La società costruttrice ha già raso al suolo il vecchio stabile ed è pronta a cominciare i nuovi lavori per la nuova area.

La zona verrà divisa in due macro blocchi: la prima, circa otto mila metri quadri, verranno riconvertiti in una palestra di roccia che sarà in grado di ospitare competizioni di stampo internazionale. Il secondo blocco, circa sei mila metri quadrati, sarà adibito a zona aggregativa e commerciale.

Inoltre la zona vedrà l’adeguamento della pista ciclabile di strada Cebrosa con il cuore della città.

8632

Related Articles

8632
Back to top button
Close
Close