Articoli HPSanità

Vaccini last minute in Piemonte: vietato mettersi in coda

3845
Tempo di lettura: < 1 minuto

La soluzione anti spreco dei vaccini last minute in Piemonte è stata bocciata dalla Regione poiché le dosi non andrebbero agli aventi diritto.

Il vaccino contro il Covid ha diviso l’opinione pubblica, soprattutto dopo la sospensione degli AstraZeneca e una delle soluzioni per evitare gli sprechi e somministrare le dosi inutilizzate a chi si metteva in coda negli ospedali.

La situazione in Piemonte è ancora molto critica visti i tanti contagi: nella giornata di ieri il tasso dei positivi è salito all’11.3% rispetto alla media che oscillava tra i 6 e il 9% degli ultimi giorni.

I nuovi positivi sono saliti a 1751, con un terzo di asintomatici e gli ospedali hanno occupato 108 posti nelle proprie strutture.

Stop ai vaccini last minute in Piemonte: la situazione

La pandemia sta continuando a falciare il Piemonte con numeri in crescita e una campagna vaccinale che prosegue a rilento.

Ieri le autorità sanitarie hanno cominciato la somministrazione delle dosi agli over 70 partendo dalla Val Vigezzo.

I sindaci di queste aeree hanno cominciato per primi le vaccinazioni della popolazione tra i 70 e i 79 anni per via dell’alto numero di criticità nella zona.

Tuttavia, dopo la psicosi legata a possibili effetti collaterali del vaccino AstraZeneca alcuni aventi diritto non si sono presentati all’iniezione.

Una mossa irresponsabile e che rischia di sprecare preziose dosi del vaccino.

Alcuni giorni fa il Generale Francesco Paolo Figliuolo aveva invitato le ASL a vaccinare chiunque passasse per non sprecare le dosi.

Una soluzione ribattezzata “vaccino last minute” per la similitudine con i biglietti aerei venduti a pochi giorni dalla partenza.

Alcuni piemontesi tra Asti e Torino hanno preso alla lettera il generale e hanno chiesto ai centri vaccinali di farsi inserire nelle liste last minute.

Dalal regione fanno sapere che suddette liste non esistono e che la priorità va unicamente agli aventi diritto.

Per questo le autorità sanitarie stanno scalando rapidamente le liste al fine di procedere il più rapidamente possibile alle somministrazioni di vaccino.

3845

Related Articles

3845
Back to top button
Close
Close