Articoli HPTerritorio

Nuovi locali in arrivo al Parco del Valentino: i progetti del Comune per il rilancio dell’area

3133
Tempo di lettura: 2 minuti

Nuovi locali al Parco del Valentino, tutte le novità per il rilancio: si riparte dagli ex Chalet e Rotonda

Stanno per essere aperti nuovi locali al Parco del Valentino.

A confermarlo è stata la sindacaChiara Appendino, che si è recata sul posto con l’Assessore all’Urbanistica Antonino Iaria.

Qui, la prima cittadina ha realizzato un video, che ha poi pubblicato sui suoi canali social, nel corso del quale ha illustrato i progetti per il rilancio dell’area verde. In particolare, nella presentazione delle nuove iniziative, la sindaca ha reso noto che la gara di assegnazione dell’ex Rotonda è andata a buon fine. In questo modo, questo primo locale potrà tornare a splendere, magari sotto una veste diversa. Non è infatti ancora chiaro cosa sorgerà con precisione, ma è molto probabile che non venga riproposta una discoteca. Questo soprattutto perché con il Coronavirus si potrà pensare difficilmente a un’attività di questo tipo.

A giorni partirà anche la gara di assegnazione dell’ex Chalet, che accoglierà una nuova attività nei mesi a venire. Anche in questo caso bisognerà chiarire le sorti dei muri attualmente liberi, che saranno riutilizzati per offrire alla cittadinanza un nuovo punto di riferimento per l’aggregazione.

Dunque, almeno con questi due progetti, il Valentino si appresta a vivere una nuova fase della propria vita. Di certo si tratta di una piccola rivoluzione, in quanto sono stati rispolverati problemi che dovevano essere affrontati all’inizio dell’anno scorso.

A gennaio, prima della diffusione della pandemia, si pensava alla realizzazione di nuove discoteche, ma solo a uso transitorio. Nella mente dell’amministrazione comunale c’era la volontà di riaprire i locali per il divertimento, ma solo in alcuni mesi dell’anno. Si pensava un’apertura limitata all’estate, per fornire alternative ai torinesi nei mesi più caldi dell’anno e per rendere nuovamente operative le discoteche più conosciute. Con molta probabilità, però, si dovranno rivedere quei programmi.

I problemi degli anni precedenti

Non è da escludere che le novità non siano terminate. Sono infatti ancora numerosi i punti lasciati scoperti all’interno del parco, che potrebbero essere destinati ad altre funzioni e che porterebbero altri presidi di legalità in un’area storicamente caratterizzata da microcriminalità e degrado.

Negli scorsi anni non sono mancati i problemi legati all’agibilità dei locali. Una serie di irregolarità che ha portato alla chiusura di veri e propri pilastri della movida torinese, come il Cacao e il Fluido.

Le chiusure hanno generato il malcontento degli utenti e dei proprietari, che spesso non sono stati in grado di riprendere le attività, viste le lungaggini burocratiche per mettersi in regola.

Così, il Valentino è tornato rapidamente preda del degrado, in un contesto caratterizzato dalla presenza di spacciatori, clochard e sporcizia. Se già in precedenza il parco non poteva considerarsi un posto pienamente sicuro, al sopraggiungere di condizioni ancora più sfavorevoli la situazione è ulteriormente precipitata.

Questi nuovi progetti rappresentano dunque una rinascita per uno dei polmoni verdi della nostra città, amato per tantissime ragioni dai torinesi.

3133

Related Articles

3133
Back to top button
Close
Close