Articoli HPTerritorio

Nuovo Lidl in Corso Unione Sovietica a Torino

4081
Renault Clio Autovip
Tempo di lettura: 2 minuti

Con la costruzione del nuovo Lidl di corso Unione Sovietica, in un chilometro quadrato ci saranno 4 supermercati

In corso Unione Sovietica si costruirà un nuovo supermercato della Lidl.

Qualche giorno fa è stato ufficialmente annunciato il nuovo grande magazzino della catena europea di supermercati di orgine tedesca.

Il Lidl sorgerà lungo Sebastopoli, in un isolato abbandonato ormai da 10 anni tra corso Unione Sovietica e corso Tunisi.

Parliamo di una struttura di 2600 metri quadrati che andrà a richiedere lunghi tempi di cantiere, e per questo motivo si ipotizza l’inaugurazione entro fine anno.

Ciò nonostante il progetto del nuovo supermercato in corso Unione Sovietica appartiene al piano di rilancio dell’area ex Ifas, una superficie di 17mila occupata una volta da concessionari di automobili.

Parliamo di una zona in cui dallo scorso autunno si erano messi in moto i primi cantieri di demolizione, fino a bloccarsi momentaneamente a dicembre.

Gli operai hanno poi ripreso il lavoro quando il Comune di Torino ha approvato il piano esecutivo della Filadelfia srl, l’azienda prorietaria, e ha commissionato l’area a Schwarz Gruppe, che dirige appunto la catena Lidl.

Il Lidl sarà il quarto supermercato nel piccolo isolato di corso Unione Sovietica

Il nuovo “supermarket” della Lidl si troverà a neanche 700 metri di distanza da corso Bramante, dove è in via di costruzione un nuovo Esselunga, che dovrebbe aprire entro giugno.

Quest’ultimo, a sua volta, confina con un Carrefour, mentre dal lato opposto, a circa 400 metri, troviamo il Bennet di via Giordano Bruno.

La vicinanza di questi grandi supermercati per quanto possa sembrare una casualità, in realtà non lo è affatto.

Nel 2012, la Giunta Fassino aveva diramato un nuovo progetto di riqualificazione dell’area attraverso nuovi interventi commerciali.

Di conseguenza, il quartiere tra corso Sebastopoli, Corso Unione Sovietica, via Arduino e via Tunisi è stato successivamente diviso in tre lotti.

Il primo andrà ad ospitare il Lidl.

Mentre il secondo, nella parte più centrale dell’area, vedrà la costruzione di un centro di media vendita.

Le sue dimensioni si avvicineranno comunque ai 2300 metri quadri, anche se al momento la proprietà non ha ancora affittato il terreno.

Eppure, proprio per la sua grandezza, non si esclude la possibilità che in futuro possa ospitare un altro supermercato.

Supermercato Lidl

Cambia invece il discorso per il terzo lotto:

Nel terreno lungo via Arduino si costruirà probabilmente una palazzina residenziale di 6 piani di altezza, ma i tempi di lavoro rimangono incerti.

Al contrario invece, il completamento dei lavori dei primi due lotti avverrà entro la fine del 2021 e potranno usufruire dei 2 milioni di euro di contributi di costruzione per la città.

Di questa somma, 1,5 milioni giungeranno tramite le opere di urbanizzazione:

Nel quadrilatero di corso Unione Sovietica sorgeranno infatti nuovi spazi verdi, zone di parcheggio e un viale pedonale lungo corso Sebastopoli.

Mentre ‘all’esterno’, in corso Sebastopoli, si realizzerà una nuova pista ciclabile che andrà a collegare corso Unione con via Tunisi, insieme alla riqualificazione dei marciapiedi.

Il piano di intervento è stato discusso a lungo dalla Circoscrizione 8

Il quartiere non avrebbe bisogno delle costruzione dell’ennesimo supermercato.

Tuttavia la Circoscrizione darà comunque il suo parere favorevole al progetto, almeno per quanto riguarda i lavori di urbanistica.

In quanto interventi necessari a costo zero per il bene dei residenti del quartiere.

4081

Related Articles

4081
Back to top button
Close
Close