Articoli HPTerritorio

Torino richiesta per 3 maxi interventi per i trasporti

1550
Tempo di lettura: 2 minuti

Prossimamente il Comune di Torino proporrà a Roma un programma di interventi sui trasporti pari a 2,4 miliardi

Di fronte alle necessità che coinvolgono lo sviluppo e la sistemazione del trasporto pubblico cittadino, il Comune di Torino è pronto a proporre un nuovo piano di interventi.

Al momento si parla di un progetto dal valore di 2 miliardi e 380 milioni di euro che andrà a intervenire sulle grandi questioni del trasporto di massa del capoluogo piemontese.

Il Comune presenterà a breve la richiesta al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, concorrendo al bando di assegnazione dei finanziamenti.

Il progetto avrà come obiettivo il riassestamento dell’intero sistema dei trasporti pubblici di Torino, in modo da favorire gli spostamenti e garantire una migliore qualità della vita per chi vive, lavora, o studia, in città.

Nello specifico, è possibile raggruppare il piano di interventi sui trasporti di Torino in 3 grandi temi:

1. Potenziamento della linea 1 e sviluppo della linea 2 della Metropolitana

Per quanto concerne la line 1 della Metro, il progetto prevede una serie di lavori di intervento per potenziare il parco rotabili insieme alla revisione dei sottosistemi di linea e di stazione.

Al contempo, si procederà con l’ampliamento della linea in parallelo all’asse ovest Cascine Vica – Rivoli – A32.

Così come con la transizione da analogico a digitale del sistema di segnalamento della metropolitana.

Ma non solo, il piano di lavoro prevedrebbe anche la costruzione di un nuovo fabbricato con sei vie aggiuntive per il deposito dei materiali della linea 1.

Tutti progetti che vedrebbero come soggetto attuatore InfratrasportiTo.

2. Passaggio alle busvie elettriche e rinnovo dei mezzi pubblici per fronteggiare l’inquinamento

Parte dei 2,4 miliardi di euro andranno a comprendere la trasformazione in busvia elettrica di cinque linee “di forza”.

Il programma per le busvie eletttriche interesserà nel dettaglio le linee 2, 5, 8, 55 e 62, con l’obiettivo di ridurre al minimo le emissioni e incrementare la velocità di trasporto dei mezzi.

I nuovi veicoli avranno un costo stimato di circa 104 milioni di euro.

Tuttavia non andranno a sostituire direttamente i tram, ma rappresenteranno un’alternativa ecologica rispetto ai mezzi già presenti.

Stiamo parlando infatti di veicoli completamente autonomi, in grado di sfruttare l’energia elettrica senza il bisogno delle linee aeree continue.

Il loro utilizzo infatti non avrà conseguenze negative sui viali alberati e tantomeno sulle arterie principali della città.

3. Rafforzamento delle linee 12 e 15 e rivalorizzazione della Torino – Ceres

In conclusione, il programma di interventi che il Comune di Torino presenterà al Ministero dei Trasporti riguarderà anche la riorganizzazione della linea 15.

Il percorso della linea tranviaria presso l’Ospedale Martini, verrà infatti modificato in zona Centro.

Per di più, parte dei fondi saranno utili per prolungare la linea 12 in prossimità dell’Allianz Arena e recuperare la tratta ferroviaria Torino – Ceres.

Inoltre, la linea 12 sarà interessata da lavori di completamento su corso Stati Uniti, con dei nuovi binari, e su corso Lepanto, con il raddoppio delle rotaie.

1550

Related Articles

1550
Back to top button
Close
Close