Articoli HPTerritorio

Si scava intorno alla Gran Madre: al via i lavori

2963
Tempo di lettura: 2 minuti

Due settimane di indagini del suolo davanti alla Gran Madre in attesa dell’inizio dei lavori di ristrutturazione

Nella giornata di ieri un gruppo di operai, accompagnati da una funzionaria comunale, sono arrivati ai piedi della chiesa della Gran Madre per dare il via ai lavori di indagine del terreno sottostante l’edificio.

Per le prossime due settimane quindi l’area attorno alla Chiesa sarà interessata da lavori di perforazione che potrebbero scaturire in lievi deviazioni del traffico, ma senza troppi problemi.

L’attività di geognostica prevedrà l’esecuzione di fori nel terreno a un profondità di 30 metri.

Il primo dei quali è stato realizzato ieri mattina, sul marciapiede sud-ovest della Gran Madre, in seguito alla scoperta di crepe sul manto stradale.

L’intervento avrà un costo complessivo di 46mila euro e servirà appunto per verificare la sicurezza del suolo sotto la chiesa.

Si tratta quindi di un’operazione preliminare rispetto ai lavori di restauro pianificati nel 2019, che avranno luogo solo se i carotaggi daranno esiti favorevoli.

Gli operai giunti sul luogo nella mattinata di ieri hanno di fatto inaugurato il cantiere con un grande trapano trasportato su un mezzo cingolato.

Grazie al quale hanno poi estratto i primi campioni per le analisi.

L’operazione di trivellamento proseguirà in seguito sempre più in profondità, andando a interessare tutti i lati della Gran Madre, in modo da appurare la posizione delle falde acquifere o di eventuali punti instabili.

Il fine è quello di verificare se il suolo sia in grado di sostenere il peso di macchinari pesanti in vista delle operazioni di restauro.

Tuttavia, bisognerà ancora attendere le analisi in laboratori dei campioni prelevati.

Il Comune stima l’arrivo dei risultati entro la prima settimana di febbraio e nel mentre si può solo sperare che non emergano gravi problemi.

Interno chiesa della Gran Madre Torino

Con la buona riuscita delle analisi, potranno poi cominciare gli interventi di restauro della Gran Madre

Il progetto di ristrutturazione della Gran Madre appartiene a un piano più ampio di manutenzione della Città di Torino.

Un piano che andrà a costare 800mila euro, così come approvato nel 2019, e che interesserà nel suo complesso 4 edifici di interesse storico-culturale.

  • La Biblioteca Civica Centrale, dove verranno restaurate le degradanti facciate.
  • Il Mastio della Cittadella, per il quale dovrà essere risistemata la scala anti incendio.
  • Il complesso sul Monte dei Cappuccini, che avrà bisogno della risoluzione dei problemi di infiltrazione piovana.
  • E la Chiesa della Gran Madre, dove saranno riparate le lastre di pietra insieme a determinate porzioni di intonaco.

Il progetto avrà quindi lo scopo di conservare e salvaguardare il patrimonio architettonico di Torino, attraverso la messa a norma di monumenti e di edifici dall’inestimabile valore storico.

2963

Related Articles

2963
Back to top button
Close
Close