Territorio

Arrivano nuove piste ciclabili in zona Aurora e Barriera di Milano

1632
Tempo di lettura: 2 minuti

Nuove ciclabili in arrivo in zona Aurora e Barriera di Milano: novità in arrivo per i ciclisti nell’area nord

Saranno realizzate nuove piste ciclabili nei quartieri Aurora e Barriera di Milano.

Il nuovo piano ciclabile, che è stato presentato in questi giorni e che sarà sostenuto finanziariamente dal Ministero dei Trasporti, proporrà nuove alternative di transito a tutti coloro che utilizzano mezzi come biciclette e monopattini.

In particolare, nelle due zone citate, sarà realizzata una pista di collegamento che partirà da corso Palermo e passerà da corso Vercelli, per giungere fino in corso Romania. E non solo: la pista arriverà anche fino in strada Lanzo: ciò sarà possibile grazie al tratto di collegamento su corso Grosseto.

Insomma, una bella novità, che però sarà accompagnata da altri accorgimenti in altre aree del capoluogo piemontese.

Basti pensare all’altro progetto cardine di questo piano: la ciclabile su corso Tirreno, che dovrà arrivare a Grugliasco, con collegamento a corso Bramante.

Altri interventi da tenere sotto osservazione sono quelli della pista di via Nizza (che giungerà fino in piazza Bengasi) e quella che andrà da corso Potenza a corso Siracusa, passando per corso Lecce e corso Trapani.

Le altre zone interessate dalle modifiche alla viabilità

Nel programma di realizzazione delle piste ciclabili rientra anche la necessità di intervenire nelle cittadine dell’area metropolitana.

A beneficiare dei fondi in arrivo da Roma saranno anche Nichelino, Settimo Torinese, San Mauro, Venaria e Grugliasco.

Entro il 2022 sorgeranno numerose altre piste, che interesseranno i Comuni in questione, per adeguare al rinnovamento anche contesti urbani totalmente privi o scarsamente provvisti di questi collegamenti.

Per quanto riguarda il programma, non ci si limiterà alla realizzazione di nuovi tracciati.

Si procederà anche alla manutenzione dei percorsi già esistenti, in quanto i passaggi su tutte le piste si sono moltiplicati a dismisura negli ultimi tre anni,

Le direttrici principali necessitano di operazioni di restauro, così come quelle meno utilizzate: ne va della sicurezza dei fruitori.

Dunque, tra la città e la provincia ci si sta muovendo sempre più in direzione di un trasporto ecologico,.

Una mobilità che rispetti l’ambiente e che induca a utilizzare più frequentemente mezzi alternativi, a scapito di auto e altri veicoli inquinanti.

1632

Related Articles

1632
Back to top button
Close
Close