Articoli HPUrbanistica

Rilancio via Sacchi, ancora serrande abbassate

703
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo l’intervento del Comune si prova a far ripartire l’economia

Rilancio via Sacchi, il lockdown ha rallentato le iniziative per rivitalizzare i portici nei pressi della stazione di Porta Nuova.

L’emergenza sanitaria non ha giovato all’economia della zona, da tempo in crisi. Le serrande abbassate sono una costante e la situazione non poteva che peggiorare.

Il Comune ha appena terminato un primo intervento anti degrado sovvenzionato da Iren per la pulizia delle colonne di marmo e delle facciate da scritte e sfregi. Intanto anche i condomini si organizzano per provvedere se necessario alle successive manutenzioni.

Molte le idee per la riqualificazione della zona. A partire dal progetto artistico che prevede il coinvolgimento dei writers per fare dei portici una galleria d’arte all’aperto.

Preoccupano gli spazi commerciali rimasti vuoti mentre resistono le botteghe storiche. Davanti alle serrande abbassate si moltiplicano i bivacchi dei senzatetto che contribuiscono a sottolineare la gravità della crisi sociale in atto.

via sacchi torino
Rilancio via Sacchi, ancora serrande abbassate

Rilancio via Sacchi, le idee per la riqualificazione

Diverse le proposte avanzate anche dagli stessi commercianti per non lasciare in totale stato di abbandono i locali. I negozi vuoti potrebbero essere trasformati in temporary stores favorendo attività commerciali di breve durata che possano tenere viva l’atmosfera di via Sacchi.

Tra le idee anche l’apertura di locali attivi in orario di aperitivo, anche se qualche residente potrebbe non essere d’accordo.

L’associazione Rilanciamo i portici di Via Sacchi è al lavoro già da diversi anni per definire un progetto di manutenzione periodica e ritinteggiatura con gli amministratori di condominio. Costi a carico dei residenti ma contenuti grazie al coinvolgimento di più condomini tra via Sacchi, via Nizza, via Cernaia e via Po.

Coinvolta anche la Cna artigiani per cercare di trasformare la riqualificazione in un cantiere-evento utile anche alla formazione dei ragazzi. Il progetto è portato avanti con la Fondazione Contrada Torino che da settembre comincerà a raccogliere le adesioni dei condomini con una campagna d’informazione porta a porta.

Un tentativo per cercare di riportare anche i portici di via Sacchi al loro originale splendore.

Ilaria Di Pinto

703

Related Articles

703
Back to top button
Close
Close