Economia

Riapertura negozi in centro a Torino dopo il lockdown: ecco i nuovi brand

12580
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino vede la riapertura dei negozi in centro dopo il duro lockdown, i locali trovano nuovi gestori e nuova vita.

Dopo il domino di negozi chiusi a causa della crisi di questo duro periodo, rinascono le vie dello shopping di Torino.

Alcune serrande stanno riaprendo, alcuni brand lasciano il posto ad altri dopo un veloce restyling dei locali. Non solo quelli che non ce l’hanno fatta a riaprire dopo il lockdown, ma anche quelli che già da tempo attendevano di riempire il vuoto.

Ciò non vuol dire che la crisi economica sia passata, tutt’altro. Ma la forza di ripartire, a volte, è più grande.

Così se in via Garibaldi Shock ha deciso di liquidare tutto e chiudere, al suo posto arriverà Capello Point per venire incontro alle richieste di parrucchieri ed estetisti.

Poco più in là, è Camomilla – l’italianissimo fashion brand femminile – a conquistare gli spazi di Z-Generation che ha chiuso definitivamente i battenti.

Si rialzano le serrande dei negozi

Cambio di look anche per via Roma: dove c’era Celio, a pochi passi da piazza Castello, arriverà il celebre brand d’alta moda Louis Vuitton.

Sotto i portici di piazza Castello un negozio di abbigliamento (Tally Waijil) lascia il posto ad una parafarmacia. Mentre sono ancora in cerca di padrone i muri di Camaieu, Smartop e della Gelateria Abela.

A proposito di gelati, la new entry in piazza San Carlo è proprio la gelateria Biraghi, con i suoi prodotti artigianali e gustosissimi.

Un’altra novità sarà l’insediamento di Macha Café in via Amendola (che prende il posto della pasticceria crudista Grezzo Raw). Un locale giapponese tutto da provare già a partire dalla festa di San Giovanni!

Speriamo che questa riapertura dopo il lockdown dei negozi del centro di Torino porti ad una ripartenza veloce e efficace. Staremo a vedere.

Aggiornato il 21/02/2024

12580

Related Articles

12580
Back to top button
Close