Home Articoli HP Al Duomo di Torino arriva l’offerta con il Pos: si farà l’elemosina...

Al Duomo di Torino arriva l’offerta con il Pos: si farà l’elemosina con la carta di credito

Al Duomo di Torino arriva l'offerta con il Pos: si farà l'elemosina con la carta di credito
Al Duomo di Torino arriva l'offerta con il Pos: si farà l'elemosina con la carta di credito
Tempo di lettura: 1 minuto

Al Duomo di Torino arriva l’offerta con il Pos: seguito il modello di Chioggia, si farà l’elemosina utilizzando la carta di credito

Al Duomo di Torino è stata introdotta una grande novità: l’offerta con il Pos.
Da ora è possibile effettuare le proprie donazioni per la chiesa, per i progetti o per i soggetti più in difficoltà, con la propria carta di credito.
Al Duomo di Torino arriva l'offerta con il Pos: si farà l'elemosina con la carta di credito
Al Duomo di Torino arriva l’offerta con il Pos: si farà l’elemosina con la carta di credito
Uno strumento innovativo, che porta il Duomo (e la Chiesa in generale) più avanti dal punto di vista della modernità. Si tratta infatti di una innovazione rivolta a torinesi e turisti, con questi ultimi abituati più degli altri a usufruire del pagamento non in contanti.
Nello specifico, all’interno del Duomo sono state installate due apparecchiature. Una si trova alla destra della Cappella della Sindone, mentre l’altra è posizionata davanti all’altare della Madonna Grande.

Il Duomo di Torino apripista della novità

Torino è una delle primissime città ad adottare un simile metodo. La prima a scegliere questa novità è stata Chioggia.
La cittadina veneta si è portata avanti e ha introdotto già da qualche mese un Pos in chiesa. Un’idea che è piaciuta al parroco del Duomo di Torinodon Carlo Franco, che ha intravisto le potenzialità di questa iniziativa.
In questo modo, infatti, vengono limitati notevolmente i furti nelle cassettine. Delle situazioni spiacevoli e fastidiose, che privano le chiese del proprio ricavato.
Senza contare il grande vantaggio che deriva dal proporre metodi di pagamento alternativi. In questo modo, infatti, sono incentivati a donare anche i turisti che vorrebbero, ma che girano con pochi contanti.
Insomma, una novità da non sottovalutare, viste le sue potenzialità, che inizialmente aveva fatto parecchio discutere per la sua risonanza Mediatica. Ora, pare che questa idea possa estendersi a macchia d’olio.
(Foto tratta da chioggianews24.it)
Correlato:  Torino, tutti gli eventi di Capodanno: quattro appuntamenti tra musica e spettacolo