Cronaca di Torino

Torino: viale intitolato Nilde Iotti e altri illustri torinesi

Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino, una città ricca di storia e cultura, rende omaggio a Nilde Iotti, una figura di spicco nella politica italiana. La commissione toponomastica del Comune ha deliberato all’unanimità l’intitolazione di un nuovo viale pedonale tra corso Massimo D’Azeglio e via Madama Cristina alla prima donna Presidente della Camera dei deputati. .

La Storia di Nilde Iotti

La donna è stata una figura di spicco nella politica italiana. Nata a Reggio Emilia nel 1920, si unì al Partito Comunista Italiano (PCI) durante la Seconda Guerra Mondiale e divenne una fervente partigiana. La sua dedizione alla lotta per la libertà la portò a ricoprire importanti ruoli politici nel dopoguerra.

Dopo la fine della guerra, Nilde Iotti partecipò attivamente all’Assemblea Costituente, contribuendo alla stesura della Costituzione italiana del 1948. Il suo impegno nel campo politico la portò a diventare la prima donna a ricoprire la carica di Presidente della Camera dei deputati nel 1979, una posizione che mantenne per ben 14 anni.

Torino: viale intitolato Nilde Iotti

Come riconoscimento del suo contributo significativo alla politica italiana, il Comune di Torino ha deciso di intitolare un nuovo viale pedonale a Nilde Iotti. Una decisione presa all’unanimità dalla commissione toponomastica. Il viale pedonale, situato tra corso Massimo D’Azeglio e via Madama Cristina, nel quartiere San Salvario, è una delle zone più centrali e vivaci di Torino. La sua intitolazione a Nilde Iotti servirà come costante ricordo del suo impegno politico e della sua dedizione alla causa della giustizia sociale. Questo tributo è particolarmente significativo perché è il primo riconoscimento toponomastico che la presidente Iotti riceve nella città di Torino.

Altri Tributi a Figure Illustri di Torino

Un altro tributo importante è stato reso a Rita Levi Montalcini, accademica e senatrice italiana, vincitrice del Premio Nobel per la Medicina nel 1986. Il tratto centrale di corso Galileo Ferraris, compreso tra via Cernaia e corso Matteotti, porterà il nome di Rita Levi Montalcini. Questo tributo rappresenta un riconoscimento alla sua eccezionale carriera scientifica e al suo impegno nel campo della ricerca medica.

Importante ricordo anche per i fratelli Isabella e Giorgio Marincola, partigiani italiani con origini somale. Il giardino di via Masserano, situato di fronte alla scuola elementare De Amicis, porterà il loro nome. Giorgio Marincola è stato l’unico partigiano italo-somalo decorato con la Medaglia d’Oro al Valor Militare per il suo coraggio e il suo impegno nella lotta di liberazione.

Related Articles

Back to top button
Close