Mole24 Logo Mole24
Home » Economia » Presentato il progetto per rendere il Museo Egizio gratuito dal 2028

Presentato il progetto per rendere il Museo Egizio gratuito dal 2028

Da Alessandro Maldera

Ottobre 13, 2023

Il Museo Egizio di Torino, uno dei gioielli culturali della città, potrebbe presto aprire le sue porte gratuitamente al pubblico. Christian Greco, il direttore del museo, ha annunciato l’ambizioso obiettivo di rendere l’accesso gratuito al museo entro i prossimi quattro anni, prendendo spunto da importanti istituzioni culturali europee come il British Museum. Questa iniziativa mira a democratizzare l’accesso al patrimonio culturale e a garantire che tutti, indipendentemente dalle possibilità economiche, possano godere delle meraviglie dell’Egizio.

Un Nuovo Modello Ispiratore

Christian Greco, vincitore del prestigioso titolo di “Torinese dell’Anno“, ha condiviso la sua visione durante un’audizione presso il Comune di Torino insieme alla presidente Evelina Christillin. Durante l’incontro, si è discusso degli entusiasmanti preparativi per il bicentenario del museo, che si terrà nell’autunno del 2024. Greco ha sottolineato l’importanza di festeggiare questo traguardo con una riflessione sul ruolo dei musei nella società contemporanea.

Richiami Prodotti Italia App

Il direttore del Museo Egizio ha proposto che il museo diventi un luogo riflessivo, autocritico, trasparente e permeabile, sempre più aperto al dialogo e all’interazione con il pubblico. Prendendo spunto dal modello del British Museum, Greco ha sottolineato l’importanza di rendere l’accesso al museo gratuito, consentendo a chiunque di esplorare e scoprire il patrimonio culturale dell’Egitto antico senza alcuna barriera economica.

Progetti per il Futuro

Per realizzare questa ambiziosa trasformazione, il Museo Egizio ha in programma diversi progetti che renderanno l’esperienza museale ancora più coinvolgente. Uno dei principali progetti riguarda la creazione di aree gratuite all’interno del museo, che copriranno quasi 1200 metri quadrati. Queste nuove aree comprenderanno una piazza aperta a tutti, con caffetteria, bookshop e shop del museo, creando così uno spazio accogliente e invitante per i visitatori.

Inoltre, il museo prevede la realizzazione di una nuova area immersiva dedicata al paesaggio dell’Egitto e al tempio di Ellesija. Questa area permetterà ai visitatori di esplorare in modo interattivo e coinvolgente l’antica civiltà egizia, offrendo un’esperienza unica e coinvolgente.

Un museo che riflette la Città

La trasformazione del Museo Egizio non riguarda solo l’accesso gratuito, ma anche la riorganizzazione degli spazi interni. Fra le novità, ci sarà una risistemazione della Galleria dei Re, che diventerà ancora più affascinante e accessibile. Inoltre, il museo dedicherà un intero piano alla sala della scrittura, permettendo ai visitatori di immergersi nell’affascinante mondo dell’antico Egitto.

L’obiettivo di Christian Greco e di Evelina Christillin è quello di rendere questo processo di trasformazione un progetto collettivo di restituzione alla città. Il presidente Sergio Mattarella ha già accettato l’invito a partecipare alle celebrazioni del bicentenario del museo, sottolineando l’importanza di questa istituzione per la cultura italiana.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende