Mole24 Logo Mole24
Home » Cronaca di Torino » Un Museo Egizio sempre più grande: parte il nuovo ampliamento

Un Museo Egizio sempre più grande: parte il nuovo ampliamento

Da Asja D'arcangelo

Settembre 11, 2023

Il Museo Egizio di Torino, uno dei musei più importanti e rinomati al mondo, si sta preparando alla partenza di un nuovo progetto di ampliamento. Conosciuto per la sua vasta collezione di reperti egizi, il museo sta infatti su nuovi spazi espositivi, una piazza di accoglienza e un tempio visitabile gratuitamente.

Il Museo Egizio di Torino si prepara per un nuovo ampliamento: ecco le novità

Il Museo Egizio di Torino è già un punto di riferimento internazionale per gli appassionati della civiltà del Nilo. Tuttavia, con l’obiettivo di rendere il museo ancora più attraente per i visitatori, è stato avviato un progetto di espansione che trasformerà l’intera struttura.

Richiami Prodotti Italia App

Il fulcro di questo allargamento sarà la creazione di una nuova piazza ad ingresso libero, progettata per offrire un ambiente accogliente e invitante ai visitatori. All’interno della nuova area ci sarà inoltre un caffè con dei tavolini, perfetto per rilassarsi prima o dopo la visita al museo. Presso la piazza sarà presente anche il bookshop, disponibile per coloro che desiderano approfondire ulteriormente la loro conoscenza sull’antico Egitto o portarsi a casa un piccolo pensiero della visita.

La piazza di accoglienza sarà anche il punto di accesso gratuito al Tempio di Ellesija, donato all’Italia dal governo egiziano negli anni ’60. Trasportato fino a Torino e ricostruito all’interno del museo, offre ai visitatori l’opportunità di immergersi nell’atmosfera unica di un vero tempio egizio. Si tratta di uno dei gioielli più preziosi del Museo e, per volontà del governo egiziano, si potrà visitare in maniera totalmente gratuita.

Un museo in continua evoluzione

Oltre alla creazione della piazza di accoglienza e al tempio visitabile gratuitamente, il Museo Egizio sta anche lavorando per migliorare il percorso di visita all’interno delle sale espositive. L’obiettivo è quello di organizzare i reperti in maniera più logica, garantendo al pubblico una visita più coerente e approfondita.

L’espansione del Museo Egizio vedrà anche l’aggiornamento di alcune sezioni già esistenti. Un esempio è la mostra “Il Dono di Thot: leggere l’antico Egitto“, che sarà resa permanente, offrendo ai visitatori l’opportunità di approfondire in ogni momento la conoscenza sulla scrittura egizia. Inoltre, il museo ha inaugurato un nuovo spazio archeologico che ospita una vasta collezione di reperti precedentemente conservati nei depositi del museo.

Il museo si prepara all’arrivo del bicentenario

Grandi cambiamenti, insomma, che avvicinano sempre di più il Museo Egizio al suo bicentenario. Questa importante pietra miliare sarà un’occasione per riflettere sull’attività del museo e guardare al futuro. Il direttore Christian Greco infatti ha sottolineato l’importanza di rendere il museo sempre più europeo e, in questo modo, attrarre visitatori da tutto il mondo.

Asja D'arcangelo Avatar

Asja D'arcangelo

Studentessa di facoltà umanistiche all'Università di Torino. Appassionata di giornalismo, ama viaggiare e scoprire nuove culture.