Mole24 Logo Mole24
Home » Economia » Galleria Subalpina: trovato un accordo per il prezzo degli affitti

Galleria Subalpina: trovato un accordo per il prezzo degli affitti

Da Alessandro Maldera

Luglio 04, 2023

La Galleria Subalpina di Torino, un gioiello architettonico che congiunge piazza Castello e piazza Albarello, sembra aver superato una fase di incertezza riguardo al suo futuro. L’intervento del Comune nei confronti del fondo americano BlackStone, proprietario della galleria, ha stabilito importanti limitazioni che eviteranno l’ingresso di grandi catene commerciali e l’aumento esorbitante degli affitti. Queste misure sono state accolte con ottimismo, in quanto proteggono i negozi storici presenti nella struttura e preservano l’identità culturale e commerciale della Galleria Subalpina.

Nuove prospettive per gli affitti

Uno dei punti chiave dell’intervento del Comune riguarda il rinnovo degli affitti per i negozi presenti nella Galleria Subalpina. E al momento, ci sono 12 contratti in scadenza, e l’obiettivo è quello di garantire che i nuovi prezzi siano in linea con quelli di mercato.

Richiami Prodotti Italia App

Questa decisione mette fine alla preoccupazione di un possibile quintuplicarsi degli affitti, che avrebbe messo a rischio le attività a conduzione familiare presenti nella galleria.

Un Restyling per la Galleria

Oltre al rinnovo degli affitti, la proprietà della Galleria Subalpina ha anche espresso l’intenzione di avviare un restyling della struttura. Questo comprende la pulizia e la lucidatura dei marmi, con il benestare della Soprintendenza, e il rifacimento delle fioriere. L’obiettivo è quello di ridare nuova vita alla galleria, migliorando l’aspetto estetico e creando un ambiente accogliente per i visitatori.

Limitazioni per i nuovi punti vendita

Un altro punto importante dell’intervento del Comune riguarda l’ingresso di nuovi punti vendita nella Galleria Subalpina. Le nuove strutture commerciali non dovrebbero superare una superficie di 150 – 100 m². Questa limitazione mira a preservare l’atmosfera storica e l’identità della galleria, evitando l’insediamento di grandi catene commerciali che potrebbero compromettere il carattere unico del luogo.

Monitoraggio e Valutazione Costante

Il Comune si impegna a monitorare costantemente l’andamento delle trattative e il rispetto delle limitazioni stabilite. L’obiettivo è quello di garantire che la Galleria Subalpina continui a svolgere il suo ruolo di luogo simbolo per la città di Torino. Saranno prese le opportune misure qualora si verifichino violazioni delle limitazioni o situazioni che mettano a rischio l’equilibrio economico e culturale della struttura.

Un futuro incerto superato

L’incertezza riguardo al futuro della Galleria Subalpina sembra essere ormai superata. Nonostante i momenti di tensione causati dalle proposte di aumento esorbitante degli affitti, il Comune è riuscito a intervenire in modo efficace. E riuscendo a garantire la protezione dei negozi storici e l’equilibrio economico della struttura. Così, la Galleria Subalpina continuerà quindi a essere un luogo di testimonianza della sua storia e della sua identità culturale e commerciale.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende