Cinema

Uscito il trailer di Fast X: Torino compare già in molte scene

232
Tempo di lettura: 2 minuti

Già dal primo trailer di Fast X, l’ultimo capitolo della saga di Fast & Furious, si possono vedere numerose scene ritrarre scorci e angoli di Torino. Nonostante parte del film sia ambientato a Roma, infatti, parte delle riprese sono state fatte sia a Genzano che nel capoluogo sabaudo.

L’ultimo capitolo della saga di Fast & Furious uscirà nelle sale il 18 maggio

Fast X è uno dei film più attesi dal grande pubblico per questo 2023. Molti, però, non sanno che il film ha incontrato diversi problemi nella sua gestazione, tanto da far slittare le riprese di nove mesi. Tra le cause ci sono la pandemia, il cambio di regia, con conseguente riscrittura della sceneggiatura, e lo spostamento delle riprese da Roma a Torino.

Fast X si sviluppa a partire da un episodio avvenuto in Fast Five (2011), quando Toretto e il suo team avevano eliminato un boss della droga brasiliano. Nel nuovo capitolo della saga, tornerà il figlio del boss che, dopo aver assistito alla morte del padre, elabora un piano per far pagare a Dom il prezzo più alto.

Il complotto del nuovo nemico spinge i protagonisti ad andare via da Los Angeles e a recarsi alle catacombe di Roma, in Brasile, a Londra, in Portogallo e in Antartide.

Tutto cambia, però, quando si viene a scoprire che il vero obiettivo della vendetta del nemico non è Dom, ma suo figlio di 8 anni.

L’uscita del film è fissata il 18 maggio, giorno in cui tutti potranno godersi le avventure di una delle famiglie più amate del cinema contemporaneo.

Torino è protagonista del nuovo trailer di Fast X

La vera sorpresa, per i torinesi, è stata trovare nei trailer scorci e angoli del capoluogo sabaudo. Infatti, già ora, sono in molti quelli che hanno riconosciuto gli spezzoni delle scene che, nei mesi scorsi, erano state girate tra le vie di Torino.

Un esempio sono quelle lungo i Murazzi, dove una fila di gazzelle dei carabinieri e la Dodge Charger Hellcat di Dom Toretto si davano battaglia. Le esplosioni che già erano sembrate impressionanti dal vivo, dopo la magia della postproduzione sono diventate ancora più spettacolari.

Un’altra scena, che aveva già fatto il giro dei social per la sua spettacolarità, è quella della palla di metallo, che, dopo essere stata fatta rotolare giù da Corso Fiume, colpisce un bus e lo spacca in due. Nella realtà, la sfera, di resina leggera, era guidata da alcuni cavi, mentre il pullman era già tagliato in due. Nel film, invece, questa scena sembra davvero realistica grazie ad alcune inquadrature specifiche, come quelle all’interno del bus, che lo riprendono mentre si divide in due.

Anche le scene più adrenaliniche dello scontro tra la Lamborghini Galardo e l’Alfa Romeo 2000 GTV sono state girate a Torino. Un esempio è l’inseguimento lungo Corso Fiume e lo schianto finale che avviene in zona Duomo.

Sempre lì si è girato il salto della moto di Michelle Rodriguez. La scena, nella realtà, ha causato alcuni danni alla stunt, che durante le riprese è caduta a causa di una manovra sbagliata. L’immediato ricovero al CTO ha evidenziato un trauma cranico e una frattura della gamba, ma nulla di grave fortunatamente.

Tag
232

Related Articles

232
Back to top button
Close